Questo sito contribuisce alla audience di

TOFIFE 28 - The Last Exorcism

Il film più brutto visto a Torino: una cafoneria insopportabile, ora in uscita nelle sale italiane.

last exorcism posterCaro Eli Roth, hai imparato come si fanno i soldi. Bravissimo. Peccato che quel poco di talento che avevi sia andato definitivamente a farsi benedire.

The Last Exorcism, in uscita in questi giorni nelle sale, diretto da Daniel Stamm e prodotto dal suddetto Roth, vince per distacco il titolo di film più brutto visto in questa edizione del Torino Film Festival. Un lavoro fasullo, irritante, stupido, insopportabile, nel quale non si trova proprio nulla da salvare.

C’è un pastore, la cui Fede è ormai traballante, che cerca di smascherare gli inganni compiuti dai suoi colleghi durante le farlocche pratiche di esorcismo. C’è una ragazzina che fa cose strane e che parrebbe posseduta da un inquietante (??) demone. C’è il sopracitato pastore che si reca a casa della ragazza per dimostrare che non esiste niente di soprannaturale nel suo comportamento. C’è la solita troupe che vuole filmare il tutto per realizzare un epocale documentario. C’è il consueto mockumentary con macchina a mano traballante dall’inizio alla fine e rischio concreto di mal di testa per il malcapitato spettatore. C’è la suddetta ragazzina che forse in realtà è posseduta davvero, o forse no, e chi lo sa. Ci sono colpi di scena, effettacci sonori, e sciocchezze assortite e messe insieme senza il benchè minimo costrutto…

last exorcism

Uno scempio soffocante e insopportabile, lungo novanta minuti (ma sembrano trecento), che non fa paura neanche a sforzarsi e cade invece nel ridicolo a ogni angolo, facendo venir voglia di scappare dalla sala a gambe levate.
Oltretutto, per concludere degnamente lo strazio, c’è pure un finale allucinante, che vorrebbe ricalcare un grande classico della tradizione horror (non citiamo quale per chi avrà la sventura di visionare il film), e che invece fa gridare allo scandalo per cafonaggine, eliminando i residui granelli di decoro artistico ancora rimasti.

Insomma, L’ultimo esorcismo è una delle peggiori porcherie che il cinema horror abbia vomitato negli ultimi anni. Va da sè, incasserà un sacco di soldi: non ci sono dubbi.