Questo sito contribuisce alla audience di

Oscar 2011: Kynodontas nella short list

Il film greco è tra i nove titoli in corsa per la candidatura come miglior pellicola non in lingua inglese.

oscar statuettaIeri avevamo parlato della possibilità che Kynodontas, l’estremo e radicale film greco che abbiamo molto apprezzato, riuscisse a entrare nella short list dei 9 titoli candidati per l’Oscar come miglior film non in lingua inglese.

L’ipotesi ci sembrava di difficile realizzazione… e invece l’opera di Lanthimos ce l’ha fatta. In una lista che vede l’esclusione dell’italiano La prima cosa bella di Virzì (ma anche, ad esempio, dello splendido film francese Uomini di Dio, evidentemente troppo “impegnato” per gli americani), c’è dunque posto per uno dei film in un certo modo più scioccanti visti negli ultimi anni. Vedremo se ora riuscirà anche a entrare nella cinquina definitiva.

Ecco l’elenco completo delle pellicole ancora in corsa, con le rispettive nazionalità:

Algeria, “Hors la Loi” di Rachid Bouchareb
Canada, “La donna che canta - Incendies” di Denis Villeneuve
Danimarca, “In un mondo migliore” di Susanne Bier
Grecia, “Dogtooth” di Yorgos Lanthimos
Giappone, “Confessions” di Tetsuya Nakashima
Messico, “Biutiful” di Alejandro Gonzalez Inarritu
Sudafrica, “Life, above All” di Oliver Schmitz
Spagna, “Tambien la Lluvia” di Iciar Bollain
Svezia, “Simple Simon” di Andreas Ohman