Questo sito contribuisce alla audience di

Marco Bellocchio al Tuscia Film Festival

Un’arena stracolma ha accolto a Viterbo il regista Marco Bellocchio, ospite del Tuscia Film Fest, la manifestazione diretta da Italo Moscati. “E’ sempre un’immensa soddisfazione - ha affermato[...]

Un’arena stracolma ha accolto a Viterbo il regista Marco Bellocchio, ospite del Tuscia Film Fest, la manifestazione diretta da Italo Moscati.
“E’ sempre un’immensa soddisfazione - ha affermato Marco Bellocchio - “vedere così tanto pubblico, in un posto bellissimo come questo, anche perché sono molto legato alla Tuscia, una terra che ha dato tanto al cinema”.

Nell’incontro, condotto da Francesco Bono (docente di Storia e critica del cinema dell’Università di Perugia), Marco Bellocchio ha presentato alla platea il suo ultimo film “Vincere”, che a seguire è stato proiettato sullo schermo del Tuscia Film Fest. Un tuffo nella storia d’Italia, con la tragica vicenda di Ida Dalser, prima moglie di Benito Mussolini, che dopo aver avuto da lui il figlio Benito Albino, fu abbandonata e fatta internare in un ospedale psichiatrico, dove morì. E il figlio subì lo stesso destino. A interpretare l’intenso personaggio femminile, protagonista del film, è Giovanna Mezzogiorno. “Cercavo un’interprete” - ha spiegato Marco Bellocchio - “che sapesse esprimere quell’incrollabile caparbietà e quello straordinario coraggio che furono la forza ma anche la rovina di Ida Dalser, una donna che non volle mai arrendersi, che non si piegò a rinnegare quello che era il suo legittimo marito, Benito Mussolini, come invece il ‘sistema’ le chiedeva di fare. Ma questa determinazione, che sfiorò la follia, le farà perdere il rapporto con la realtà: il duce, nella sua rincorsa al potere, non aveva alcun posto per lei”.