Questo sito contribuisce alla audience di

i film italiani a Venezia: Baaria

Sinossi: Una storia, divertente e malinconica, di grandi passioni e travolgenti utopie. Una leggenda affollata di eroi… Una famiglia siciliana raccontata attraverso tre generazioni: da Cicco al figlio[...]

Sinossi: Una storia, divertente e malinconica, di grandi passioni e travolgenti
utopie. Una leggenda affollata di eroi…
Una famiglia siciliana raccontata attraverso tre generazioni: da Cicco al
figlio Peppino al nipote Pietro…
Sfiorando le vicende private di questi personaggi e dei loro familiari, il
film evoca gli amori, i sogni, le delusioni di un’intera comunità vissuta tra
gli anni trenta e gli anni ottanta del secolo scorso nella provincia di
Palermo: negli anni del Fascismo Cicco è un modesto pecoraio che trova,
però, il tempo di dedicarsi al proprio mito: i libri, i poemi cavallereschi, i
grandi romanzi popolari. Nelle stagioni della fame e della Seconda
Guerra Mondiale, suo figlio Peppino s’imbatte nell’ingiustizia e scopre la
passione per la politica.. Nel Dopoguerra, il fatale incontro con la donna
della sua vita. Una relazione osteggiata da tutti perché Peppino è
diventato comunista. Ma i due ragazzi riusciranno a realizzare il loro
sogno d’amore.

Regia: Giuseppe Tornatore
Anno di produzione: 2009
Durata: n.d.
Tipologia: lungometraggio
Genere: drammatico
Paese: Italia
Produzione: Medusa Film
Formato di ripresa: 35mm
Formato di proiezione: 35mm, colore
Ufficio Stampa: Studio Lucherini Pignatelli
Vendite Estere: Summit Entertainment
Titolo originale: Baaria
Altri titoli: La Porta del Vento