Questo sito contribuisce alla audience di

Addio a Furio Scarpelli

Si è spento a Roma all’età di 90 anni Furio Scarpelli che, insieme ad Agenore Incrocci, aveva formato una delle coppie più rappresentative della commedia all’italiana. La coppia storica[...]

Si è spento a Roma all’età di 90 anni Furio Scarpelli che, insieme ad Agenore Incrocci, aveva formato una delle coppie più rappresentative della commedia all’italiana.

La coppia storica Age & Scarpelli firma alcuni dei primi successi di Totò e segna l’inizio della commedia italiana (I soliti ignoti, 1958, e La grande guerra, 1959, di Mario Monicelli), il periodo d’oro (I compagni, ancora di Monicelli, 1963; I mostri di Dino Risi, 1963; Sedotta e abbandonata di Germi, 1964), e la fine (C’eravamo tanto amati, 1974, e La terrazza, 1980, entrambi di Ettore Scola) lavorando per i maggiori registi che hanno portato il genere al massimo fulgore, e ritraendo un vero e proprio campionario di personaggi alle prese con le contraddizioni e il cinismo dell’Italia del boom.

Una volta cessato il sodalizio con Age, Scarpelli prosegue un’attività autonoma, collaborando a lungo con Ettore Scola, ma anche con giovani autori e registi, dei quali diventa, insieme a Leo Benvenuti, un punto di riferimento. Nascono così, tra l’altro, i primi film di Francesca Archibugi e Paolo Virzì e si stringe il rapporto con i giovani sceneggiatori delll’Anac (Associazione Nazionali Autori Cinematografici) e del Centro Sperimentale di Cinematografia dove Scarpelli insegna per anni