Questo sito contribuisce alla audience di

RIFF 2010 a Roma

Dall’8 al 16 aprile 2010, la nona edizione del Rome Independent Film Festival (RIFF), all’insegna del cinema indipendente, con anteprime italiane e internazionali. Per oltre una settimana, presso il[...]

Dall’8 al 16 aprile 2010, la nona edizione del Rome Independent Film Festival (RIFF), all’insegna del cinema indipendente, con anteprime italiane e internazionali.

Per oltre una settimana, presso il Nuovo Cinema Aquila di Roma (al quartiere Pigneto), saranno proiettate, nelle diverse sezioni del Festival, pellicole provenienti da ogni parte del mondo: cortometraggi, lungometraggi, documentari e corti d’animazione, tra opere prime e “prime visioni” italiane.

Tra i principali film in concorso, spiccano alcuni titoli che hanno raccolto recenti consensi in prestigiosi festival cinematografici internazionali, fin dal primo appuntamento con l’Opening Night Film “Fish Tank” di Andrea Arnold, sulle problematiche dell’adolescenza, vincitore del Premio della Giuria all’ultimo Festival di Cannes e vincitore ai premi BAFTA come miglior film britannico, Anteprima italiana anche per “Everyone Else” di Maren Ade, vincitore di un Orso d’argento allo scorso festival di Berlino e per “La Vergüenza” di David Planell, selezionato dal Festival di Malaga come miglior film spagnolo e candidato a 3 premi Goya.

Molti anche i film italiani in concorso, tra i quali “La strategia degli affetti” di Dodo Fiori, “Velma” di Piero Tomaselli, “Amore liquido” di Marco Luca Cattaneo e, come film di chiusura “18 anni dopo”, un road movie sul complesso rapporto tra due fratelli. Edoardo Leo, regista e attore del film, è anche coautore della sceneggiatura.

Oltre alla sezione documentari internazionali che prevede 16 titoli, grande attenzione sarà data, con una sezione speciale, ai documentari italiani: tra i 12 titoli selezionati: “Via Volonté numero 9”, di Lorenzo Scurati, prodotto dalla Fandango, sul problema casa nella periferia di Roma; “Terra Reloaded” realizzato da Beppe Grillo in collaborazione con Greenpeace, sui temi dell’ecosostenibilità con interviste ai più autorevoli esperti mondiali in materia di energia ed economia; “Tutti giù per aria”, sulla vertenza dei lavoratori Alitalia, con contributi di Ascanio Celestini, Dario Fo e Marco Travaglio. Vinicio Capossela sarà, invece, l’interprete del docu-film “La faccia della terra”.
Nel corso del Festival verrà assegnato il Premio New Vision, attribuito ogni anno ad un’opera in concorso distintasi per l’originalità delle scelte narrative, visive e tecniche.