Questo sito contribuisce alla audience di

Festival di Locarno

Si rischia di superare Venezia...

Un programma imperdibile, quello di quest’anno di Locarno. Mentre infatti Venezia si perde fra direttori dell’ultima ora, pellicole di figli e parenti di gente famosa e una tardiva nomina della giuria, il Pardo presenta una rassegna varia e da leccarsi i baffi (e permettendosi pure il lusso di rubare delle pellicole già annunciate da Venezia…).

Per noi appassionati, imperdibile sarà la serata dedicata a Dead or alive: the final , violentissimo finale di questa imperdibile saga giapponese diretta dal vero maestro dell’horror moderno ed estremo Takashi Miike.

Ma ancora più indispensabile, se ci passate il bisticcio di parole, sarà la retrospettiva denominata Indian Summer che racconterà ai profani la vitalità del cinema popolare indiano dagli anni settanta ad ggi.
Tra le pellicole proposte in questa immensa retrospettiva, imperdibili almeno The chess Players dell’immenso Ray, The terrorist del suo allievo Sivan e Utsab , ultima fatica del cinema bengalese. A coronamento del tutto, è stato edito l’imperdibile Fils, filmakers and stars between Ray and Bollywood , volume a cura di Edizioni Olivares, 22 euro ben spesi.

Le categorie della guida