Questo sito contribuisce alla audience di

Shaolin Soccer: il film

In Italiano, finalmente! Oppure no?

Per la gioia di tutti gli estimatori del cinema di Hong Kong e per tutti quelli che hanno (come me) amato più Arrivano i Superboys! di Holly e Benji , arriva finalmente in Italia, sponsorizzata dal colosso Miramax, l’ultima opera del maestro comico Stephen Chiau. Una bella notizia? Direi di no, ed ecco il perchè.

Lo shaolin Soccer che vediamo in Italia è, purtroppo per noi, solo un lontano parente dell’originale orientale e- detto tra parentesi - tutto al più un cugino di terzo grado di quello che, ad esempio, si possono godere (da più di un anno!!!) i francesi.
Nello specifico, partiamo dagli errori che ha commesso la Miramax per la distribuzione occidentale, poi giudicherete voi.

- Censura preventiva: mancano quasi venti minuti di pellicola, tutte le scene “violente” delle sfide calcistice, il sangue, il vomito, l’escatologia varia che sono propri dello stle di Chiau.

- Cambio musicale; le belle canzoni originali sono state sostituite da inutili cover anni ‘70 di disco-music, tra el quali l’immancabile Kung-fu fighting, che non ci azzecca nulla, ma parlando di karate e combattimenti…

Censura di abbreviamento: la pellicola è piena di momenti morti di dialogo, amori, filosofia? Tagliamo tutto! Non si capisve più la trama? E cosa ci importa?

Ma i danni peggiori li ha causati il doppiaggio italiano, facendo parlare i protagonisti con le voci strazianti dei calciatori romani e laziali (e se Tommasi non ha espressioni già sul campo, figuratevi al doppiaggio…), i secondari nei vari dialetti italiani (e sai che risate…) e addirittura dando voce alla squadra dei villans, che nell’originale erano solo dei mostri mobili e senza cervello. Complimenti, ma se volete vedere il vero film procuratevi il DVD su Cinemasie. Almeno, lì si ride…

Le categorie della guida