Questo sito contribuisce alla audience di

far east film 2005: hong kong

La selezione di Hong Kong del Festival: il meglio dell'anno...

Cominciamo questi appuntamenti per avvicinarci alla data del 22 Aprile presentando parte dei film che saranno proiettati, divisi per nazione e categorie, tanto per fare chiarezza e dare qualche indicazione - si spera - positiva.

Iniziamo, naturalmente, da Hong Kong, e vediamo cosa ci riserva di bello il festival:

LOVE BATTLEFIELD: Attesissimo. Il riuscito passaggio al noir del regista Soi Cheang, già noto per una serie di horror estremi. Dicono geniale un inseguimento su una sopraelevata. Grado d’attesa: 4 su 5

YESTERDAY ONCE MORE: Non poteva mancare, anche se con questa pellicola il Far East infrange la sua regola di non proporre pellicole già presentate in altri festival Italiani (quando ancora era successo? Un premio speciale a chi mi scrive e se lo ricorda…). Ma qui c’è Udine, c’è il patrocinio del Far East stesso e c’è il beniamino Johnnie To. Peccato solo che, a dirla tutta, come quasi sempre nel To sentimentale manca in parte il film…. Grado d’attesa: già dato, grazie…

ONE NITE IN MONGKOK: Violentissimo, visivamente esasperato, dieci minuti iniziali fulminanti che fanno sperare nel capolavoro. Poi, la pellicola si perde. Peccato, perchè le idee ci sono, e anche belle. Grado d’attesa: 2 su 5

McDULL PRICE DE LA BUN Evviva! Ritorna il mio maialino tenero preferito! Null’altro da dire: vestiamoci tutti con le mascherine rosa e andiamo in giro per il teatro…. Grado d’attesa: 4 su 5 per il film, 5 su 5 per i gadget…

Le categorie della guida

Link correlati