Questo sito contribuisce alla audience di

2046, sequel di In the mood for love di Wong Kar Wai

Tutti quelli che vanno a 2046 hanno un solo pensiero in mente: ritrovare i ricordi perduti perché si dice che niente cambia nel 2046

2046 - Wong Kar Wai 2046 è l’ ottavo film del regista cinese Wong Kar Wai (2004).
Nel 2004 è stato presentato a Cannes vincendo il “Premio della critica” ed il “Miglior film straniero” agli European Film Award.
Successivo ad “In the mood for love” conclude la storia del cronista di Hong Kong innamorato di una donna sposata che non poteva avere.

Le prime battute del film son recitate da Tony Leung, il protagonista, creano negli spettatori un senso di straniamento atipico che trascina la mente nel luogo dei ricordi immutabili:
Nel 2046 corre una rete che collega ogni punto della Terra e c’è un treno misterioso che parte regolarmente verso il 2046. Tutti quelli che vanno a 2046 hanno un solo pensiero in mente: ritrovare i ricordi perduti perché si dice che niente cambia nel 2046 ma, nessuno sa se quel punto esiste veramente perché nessuno è mai tornato. Nessuno, tranne me.

2046 è una data, è un treno, è un libro, è il numero di una stanza di albergo, è il luogo di ricordi.
2046 è un’invenzione della mente del cronista Chow Mo-Wan, una via d’uscita per un amore del passato che trasporta il suo presente in un racconto di fantascienza e di realtà vissuta, denso di erotismo e di possibilità mancate.

Lo scorrere del tempo è anacronistico, gira intorno ad una data che ritorna ossessivamente, il 24 Dicembre.
Ogni anno vissuto dal protagonista ha un 24 Dicembre speciale, legato ad una donna diversa che trascina in un malinconico vortice transitorio incatenato dal ricordo.
Ogni donna ha lasciato una traccia indelebile nella solitaria esistenza del protagonista, i volti di queste donne ritornano come androidi, le assistenti di bordo del treno di 2046.

La colonna sonora riporta in modo insistente e circolare, vagando tra Shigeru Umebayashi (“2046 Main Theme”) e Vincenzo Bellini (“Casta Diva”), al principio della storia narrato in “In the mood for love”.
La fotografia è in perfetta comunione con le sonorità, sensualmente padroneggiata dalla contrapposizione di toni accesi, rosso e nero.

Nel cast Zhang Ziyi, Maggie Cheung, Tony Leung.

Trailer:

2046
2046 2046 2046

2046 2046 2046

2046 2046 2046

Le categorie della guida