Questo sito contribuisce alla audience di

ANCONA, TRE GIORNI DA ISOLA DEI GOLOSI

Venerdì 26 novembre l’inaugurazione ad Ancona della tre giorni dedicata al cioccolato: presente anche l’ambasciatore italiano del cioccolato nel mondo; e alle Muse la mostra "Il sapore dell’arte".

ANCONA - Ci sarà anche Danilo Freguja, ambasciatore italiano del cioccolato nel mondo, a Choco Marche, la rassegna che Confartigianato dedica interamente alla cioccolata in tutte le sue forme. Il simbolico taglio del nastro venerdì 26 novembre alle ore 17,30 in piazza del Papa ad Ancona.
Subito dopo l’inaugurazione alle Muse della mostra “Arte del Sapore, sapore dell’arte“, una collettiva d’arte e sculture al cioccolato.
Ma intanto fin dalla mattinata la manifestazione spalanca i battenti alle 9,30 con l’apertura delle vetrine e il “salotto del gusto”: dalle 9,30 alle 12,30 cominciano le lezioni didattiche sul cioccolato.
Nel pomeriggio invece al via il corso di degustazione guidata con abbinamenti al cioccolato in Piazza del Papa ( dalle 17,30 alle 18,30) e dalle 19,00 alle 20,00 sommeliers all’opera con Assivip.
Tra gli eventi permanenti a Choco Marche da ricordare “la cioccoteca” animazione per i più piccoli grazie alla collaborazione dell’Ambalt e della Fiera delle idee e il “Criollo Cafè” per una dolce pausa.
Il cioccolato sembra mettere d’accordo proprio tutti. In base ad un sondaggio realizzato da Confartigianato però sembrano essere le donne le più golose: il 60% dice di consumare cioccolata abitualmente a fronte di un 40% di uomini. I più golosi sono i bambini e gli under 40.
Il cioccolato fondente batte quello al latte. Il 50% dei marchigiani sembra preferire il primo tipo, contro il 30% al latte; c’è anche un nutrito numero di estimatori di cioccolato alle nocciole, gianduja e cioccolato bianco.
Ma perché la cioccolata piace tanto, fino a diventare una mania? La psicologia fornisce più di una interpretazione. Pare che una prima motivazione all’acquisto e al consumo di cioccolato sia l’associazione del prelibato alimento con una situazione di festa, di incontro e quindi un momento emozionale di valenza assolutamente positiva. Si tenta una spiegazione anche per la diversa scelta dei tipi di cioccolato. Alcune ricerche mettono in luce che coloro che preferiscono il fondente sono persone mature in grado di accettare “il dolce e l’amaro” e in grado di guardare ad occhi aperti la vita. Chi preferisce il cioccolato al latte sembrerebbe essere invece un tipo più intransigente e abbastanza severo con se stesso e con gli altri.
Ma il cioccolato probabilmente non ha bisogno di spiegazioni. E la manifestazione di Piazza del Papa parla da sola: squisite bontà per tutti i gusti e per tutte le età. Le nostre, ricordano gli artigiani di Confartigianato, sono specialità realizzate solo con gli ingredienti giusti, a partire dalla cioccolata fatta solo con burro di cacao e senza altri grassi vegetali aggiunti.
Choco Marche é organizzata da Confartigianato in collaborazione con il Comune di Ancona, la Camera di Commercio, con il patrocinio dell’Ente Provincia di Ancona.
La manifestazione che si concluderà domenica 28 novembre , prevede una tre giorni “di cioccolato” dalle 9,30 alle 20,30 con degustazioni, vendita di prodotti a base di cioccolato, dimostrazioni, sculture e concorsi.
Reduce dal successo di Eurochocolate a Perugia, il maestro pasticcere Alessandro Pasquini, ideatore e anima di Choco Marche, annuncia anche la presenza del vincitore del reality show “l’isola dei golosi”.
E nell’ambito di Choco Marche c’è anche una lotteria di solidarietà in favore dell’Istituto Bignamini di Falconara. In palio ricchi premi, il ricavato della vendita dei biglietti ( che si possono acquistare in piazza del Papa) verrà interamente devoluto.
Venerdì 26, alle 21,00, presso l’enoteca regionale delle Marche a Jesi, la manifestazione prosegue con una cena a base di prodotti tipici marchigiani. A seguire degustazione guidata per “golosi di qualità” con abbinamenti al cioccolato ( prenotazione obbligatoria).

Le categorie della guida