Questo sito contribuisce alla audience di

Il territorio della Ciociaria

L'area entro cui si sviluppa la Ciociaria è stata soggetta a diverse ripartizioni territoriali, a cui il termine viene accostato impropriamente.

 Alla conquista romana Volsci, Ernici e Aurunci occupavano tutto il territorio a sud della capitale, che fu incluso nella Regio I Latium et Campania dell’età augustea.

Coeva è anche la prima sistemazione urbana nel Lazio in piccole comunità sufficientemente autonome da non avere altre dipendenze politiche se non la subordinazione a Roma; quest’assetto perdurò fino all’età industriale.

 

Nel Medioevo si stabiliscono invece quei confini che fino all’unità d’Italia caratterizzeranno il Lazio. Dopo una serie di vicende che videro contrapposti Bizantini e Longobardi prima, Stato Pontificio e Regno di Napoli poi, il fiume Liri e parte degli monti Aurunci divennero un confine che tagliava in due le attuali province di Frosinone e di Latina, confine segnò fortemente le direttrici di sviluppo e modernizzazione, ma molto più debole nel separare le identità.