Questo sito contribuisce alla audience di

Sanzioni amministrative: in caso stato di necessità la multa non si paga

Secondo il Giudice di pace di Galatina (sentenza 20 settembre 2008), la sanzione amministrativa per eccesso di velocità va annullata in caso di stato di necessità. In particolare, nel caso de quo era[...]

la multa non si pagaSecondo il Giudice di pace di Galatina (sentenza 20 settembre 2008), la sanzione amministrativa per eccesso di velocità va annullata in caso di stato di necessità. In particolare, nel caso de quo era stata prodotta idonea documentazione medica rilasciata da un Ospedale, in cui si legge che il giorno della contestazione di cui al verbale il ricorrente si recava presso il Pronto Soccorso in quanto affetto da un dolore toracico e da crisi ipertensiva. Per il Giudice il verbale impugnato è da considerarsi in ogni modo nullo in quanto sulla strada percorsa dal ricorrente non vi era alcuna segnalazione preventiva del sistema di rilevamento della velocità. Inoltre, non vi è prova che il Telelaser utilizzato sia stato regolrmente tarato secondo le normative europee e nazionali di riferimento, trattandosi di apparecchiatura rientrante nella categoria delle strumentazioni a “metrologia legale”, dall’utilizzazione delle quali derivano concreti effetti giuridici. Pertanto, la totale assenza di un certificato di taratura rilasciato da un apposito centro rende inidonea e assolutamente inattendibile la fondatezza del rilevamento effettuato con apparecchiatura utilizzata, che non può dipendere solo da un generico autocontrollo, contrario ad ogni principio di certezza del diritto.

Le categorie della guida