Questo sito contribuisce alla audience di

Modelexpo a Verona (2)

08-03-09 Il modellismo in fiera a Verona con la possibilità di acquisto di ottimi pezzi!

modellino aereo

In Fiera saranno presentati modelli molto belli e particolari. Uno dei migliori costruttori di maximodelli, Paolo Severin, presenta la sua collezione di 10 modelli realizzati con struttura come i veri, cioè in tubi di metallo saldati rivestiti con veri tessuti aeronautici e con motori a 4 tempi stellari. A lui faranno da contorno motori del passato realizzati da appassionati costruttori dell’associazione “motori antichi” che riproducono i vecchi motori aeronautici e motori a vapore e ad energia solare.

Gli spettacoli e le gare in Fiera saranno numerose e occuperanno un’area di oltre 10,000 metri quadrati, Vi saranno ) grandi plastici ferroviari, molti sono costituiti da moduli che realizzano vari appassionati sparsi per l’Italia che seguono uno schema di binari ben codificato per poter essere accostati e formare percorsi per centinaia di metri di binari. Si valuta che quest’anno la lunghezza dei binari sommando tutti i plastici supererà i 500 metri.

In Fiera saranno allestiti due enormi diorami per un totale di 80 mq. che rappresentano due battaglie del 500, con centinaia di soldatini dipinti uno per uno con straordinaria pazienza da decine di modellisti del Club Pontassieve.

Saranno allestite due grandi vasche in cui navigheranno barche a vela sospinte da ventilatori e decine e decine di differenti imbarcazioni, compresa una superpetroliera di 3 metri che sarà ormeggiata in un porto appositamente allestito nella vasca e portata in porto da rimorchiatori, a perfetta similitudine delle vere operazioni di ormeggio.

All’interno dei padiglioni saranno allestite tre aree per gare di automodelli, per una superficie totale di oltre 2000 mq, che vedranno nelle due giornate disputate gare di automodelli elettrici scala 1/10, della nuova specialità Drift – della quale si svolgerà la prima gara internazionale mai disputata in Italia - e moto elettriche in scala ¼, veramente imponenti e spettacolari. In altre aree funzioneranno perfette riproduzioni di autoarticolati e vi sarà pure una sezione di macchine radiocomandate per il movimento terra, come ruspe e scavatori.

Spettacolare ed unico poi il volo degli aeromodelli indoor: FierVerona ha indetto un incontro nazionale fra gli appassionati del volo al chiuso ed interverranno decine e decine di piloti da tutta Italia che si sono iscritti con largo anticipo ed aspettano questo momento per incontrarsi e volare anche al suono della musica. Visto il grande numero di presenze saranno allestite due distinte aree di volo di oltre 2000 mq. completamente protette da reti di sicurezza.

Per completare all’esterno sarà montata una tensostruttura di 5000 mq sotto la quale sarè realizzata, con centinaia di metri cubi di terreno, appositamente portato e livellato, una grande pista per automodelli a scoppio off road e Monster Truk, i grandi e spettacolari veicoli USA che fanno la gioia degli appassionati dei motori: qui naturalmente tutto rigorosamente in scala 1/8 e 1/5. Sempre sotto la tensostruttura sarà tracciata una pista per automodelli a scoppio 1/5 che disputeranno una serie di gare dimostrative con automodelli della categoria turismo, che montano motori a benzina da 25 cc.

MODELLISTI VIP.
Il modellismo è un hobby assolutamente trasversale, adatto a tutta la famiglia e a tutte le tasche. Lo praticano bambini e adulti, uomini e donne (queste ultime soprattutto per quanto riguarda case di bambole e miniature).

Tra gli appassionati celebri, oltre a numerosi magnati e sceicchi, è possibile annoverare anche piloti, giornalisti e musicisti: dal compianto Ayrton Senna, fotografato spesso insieme ai suoi modelli (aerei, motoscafi ed elicotteri), al collega spagnolo Pedro de la Rosa, amante dell’automodellismo; dal motociclista Luca Cadalora a Guido Meda, celebre per le telecronache del settore; da Cesareo, chitarrista di Elio e le storie tese, a Eros Ramazzotti, che non nasconde la sua passione per gli aeromodelli

Torna alla prima parte