Questo sito contribuisce alla audience di

Da Magnavacca a Porto Garibaldi: 90° anniversario

13-04-09 Sono passati 90 anni dal cambiamento di nome della famosa località ed ora si celebra il tutto con uno speciale annullo filatelico

annullo anniversario cambio nome da magnavacca a porto garibaldiPer chi non conoscesse la storia di Magnavacca, è bene prima di tutto capire a cosa deve la sua importanza e quali avvenimenti portarono al suo cambio di nome.

Per Rione Magnavacca si intende il più antico quartiere dell’attuale Porto Garibaldi, che in età romana si chiamava Magnum Vacum, poi in epoca medioevale mutò in Portum Majavache, e intorno al diciasettesimo secolo di Magnavacca ed infine nel 1919 in Porto Garibaldi, in onore dello sbarco e suo salvamento di Giuseppe Garibaldi e Anita (3 agosto 1849).

Intorno al 1600 sorsero i primi fabbricati in muratura, fra questi: la torre di guardia detta Torre Bianca o Torre Lambertini, il Bettolino, la casa del Conte Ciabatta (governatore del porto), quella del Dazio, dell’operatore del Faro, i magazzini del sale, più alcuni pozzi per l’approvvigionamento di acqua dolce per i residenti e per i pescatori che lì approdavano e chiunque altro ne facesse uso.

Nel secolo IX si eresse il fabbricato della Dogana e Delegazione di Porto, le abitazioni dei possidenti di fondi agricoli: Bonnet, Felletti Spadazzi, Bellini, Bergamini, Patrignani ed altri. La nuova Chiesa Parrocchiale, il Circolo Mazzini, le scuole elementari, il lazzaretto per il malati in contumacia, alcune osterie, una locanda, la posta ed uno stabilimento per i bagni di mare, un forno per il pane e numerose abitazioni ad un solo piano con tetti in canna palustre (detti Casoni)

Tratto dal Centro Servizi per il Volontariato di Ferrara (CSV Ferrara)

Questo luogo ricorda il 90° anniversario del cambio di nome 1919-2009 da Magnavacca al più noto Porto Garibaldi, più suggestivo e certamente più carico della storia recente del nostro Paese.
L’avvenimento viene celebrato con uno speciale annullo filatelico richiesto dall’Associazione Fratellanza Garibaldina e sarà eccezzionalmente disponibile fino al 15 luglio presso l’ufficio postale di Comacchio.