Questo sito contribuisce alla audience di

Mostra mercato del Libro Antico a Foligno

24-04-10 Libri rari ed introvabili, immagini che si fondono con testi che hanno fatto la storia della letteratura

foligno libri antichiLa Divina Commedia, l’opera magna in assoluto, il simbolo del Rinascimento e dell’Italia all’estero, rappresenta senza dubbio il vero fiore all’occhiello per quanto riguarda la letteratura, e non solo, ed essere la città che prima di tutte ha mandato in stampa la prima copia di questo capolavoro scritto è un ulteriore motivo d’orgoglio.

Il primo libro stampato in Italia, che fornisca almeno indicazioni sull’epoca e luogo di origine, è l’Opera del Lattanzio. Fu stampato il 29 ottobre 1465 nel Monastero di Santa Scolastica di Subiaco, dove i due tedeschi Konrad Sweynheim e Arnold Pannartz avevano fondato, l’anno precedente, un’officina tipografica. Un cenno storico senza dubbio di rilievo perché da quel 1465 è nata la tradizione tipografica che ancora oggi va avanti imperscrutabile.

Foligno dal canto suo rappresenta un viatico letterario di alto livello in quanto nel lontano 11 aprile 1472 venne data alle stampe, per la prima volta in Italia e nel mondo, la “Comedia di Dante Alighieri da Firenze”. Il clima umanistico sviluppatosi sotto la Signoria dei Trinci e consolidato ancor più negli anni del Pontificato di Sisto IV° (1471-1484) fece di Foligno un luogo ideale per il tentativo portato a compimento da Emiliano Orfini, zecchiere pontificio, Giovanni Numeister di Magonza, allievo del Gutemberg, sceso in Italia per dare concretezza alla sua idea, ed Evangelista Angelini di Trevi.

Le grandi fabbriche della zona e la grande manualità degli artigiani folignati sono stati degli elementi cardine per la diffusione del prodotto cartaceo in larga scala nazionale. Una delle punte di diamante per la diffusione cartacea è senza dubbio la prestigiosa cartiera di Pale. Nello stesso anno vennero alla luce anche le edizioni di Jesi e di Mantova, ma la priorità di Foligno da anni non è stata più messa in discussione. Secondo uno storico locale la prima tiratura fu di 300 copie e di queste solo 59 ne sono rimaste in circolazione (in Italia soltanto 11, nessuna in Umbria).

Basandosi sulla grandiosa storia e tradizione cartacea della città di Foligno la scelta di fare un evento che potesse ricordare le prime stampe effettuate in zona è stata quasi una scelta obbligata. Dal 1993 difatti si è costituito un Comitato di Coordinamento che tra le varie iniziative organizza “La scrittura e l’Immagine”, mostra mercato del libro antico alla quale partecipano espositori da tutt’ Italia.

Una mostra che con il passare degli anni è divenuta una degli appuntamenti più seguiti sia per gli addetti ai lavori che per i privati, alla ricerca di rarità. Lo scambio di documenti più o meno antichi rappresenta senza dubbio una delle giornate più ambite dai collezionisti e dai veri cultori del settore e che ha fatto divenire Foligno il polo centrale tra i più importanti per l’interscambio e la compravendita.

Per celebrare i natali della prima edizione a stampa della Divina Commedia, il Comitato organizza anche le Celebrazioni Dantesche, con convegni, pubblicazioni di atti, letture di brani dell’opera con attori molto noti, ecc.

Programma 2010

sabato 24 - domenica 25 aprile
Mostra Mercato

Inaugurazione sabato 24, ore 11
Apertura stands, ore 9.00-19.00 (ingresso libero)

Sede: Palazzo Trinci, piazza della Repubblica - FOLIGNO