Questo sito contribuisce alla audience di

Una canzone non ha prezzo. O forse si. Parola di John Lennon

19-06-10 La notizia è di quelle davvero stupefacenti: una canzone di John Lennon è stata venduta all'asta

foto john lennon beatlesNon c’è niente di strano nella vendita di una canzone all’asta, se non il titolo della canzone e l’autore della stessa: John Lennon, non una persona qualunque.
L’asta riguardava “A day in the life”, ultimo brano dell’album “Sgt. Pepper’s Lonely Hearts Club Band” e il pezzo in vendita era un foglio manoscritto da John Lennon in persona.

Certo il collezionista non ha badato a spese: l’asta condotta da Sotheby’s partiva da un prezzo base di “soli” 500 mila dollari.
L’offerta telefonica del collezionista americano ha invece fissato il prezzo a ben 1,2 milioni di dollari!

Troppo? Follie?

Più di una volta mi sono trovato a commentare episodi come questo e ancora una volta ecco la risposta che mi sento di dare: oltre all’idea dell’investimento economico (un domani quel “pezzo di carta” potrebbe avere un valore superiore), spesso entra in gioco un vero e proprio istinto di possesso dell’oggetto.

In particolare “possedere” il foglio manoscritto della canzone significa in qualche modo “possedere” anche la canzone ed in qualche modo essere “un po’ più vicino” ai Beatles di altri fan.

Un desiderio di essere in qualche modo parte della storia della musica.
Ovviamente, a caro prezzo!