Questo sito contribuisce alla audience di

La collezione di Dennis Hopper all'asta

31-07-10 Forse non tutti sanno che il famoso attore di Hollywood era anche un collezionista

dennis hopper ritratto pop artE’ passato davvero poco tempo dalla morte dell’attore di Easy Rider e già avevamo parlato proprio su queste pagine del fenomeno del collezionismo legato al suo nome per quanto riguardava il campo degli autografi (vi consiglio la lettura di questo articolo, con una bella galleria di immagini).

Ora si aggiunge un nuovo capitolo alle vicende che riguardano da vicino l’attore: con uno spirito critico davvero lungimirante Dennis Hopper, insieme a Vincent Price (anche lui noto attore), comprò infatti per cifre davvero irrisorie alcune opere di artisti all’epoca ancora sconosciuti alla grande massa, come Warhol (si aggiudicò una delle prime versioni della Campbell Soup per soli 75 dollari), Basquiat, Claes Oldenburg, Julian Schnabel, Richard Prince, Wallace Berman e Bruce Connor, Donald Baechler, John Baldessari, Keith Haring, Kenny Scharf e Robert Rauschenberg.

Vi sembra poco?
Tra l’altro la sua collezione era molto incentrata sul suo personaggio, contenendo quindi varie immagini che lo raffigurano e varie opere legate alla sua vita.

Gli eredi non hanno ritenuto necessario regalare le opere ad un museo (sarebbe sicuramente stata la cosa di maggior valore e sicuramente il nome di Dennis Hopper ne avrebbe giovato nel corso degli anni): alla fine ha prevalso la ragione economica.
La vendita dei quadri dovrebbe fruttare infatti (secondo le stime dei periti) circa dieci milioni di dollari.

Peccato che una collezione del genere possa andare “frantumata”!