Questo sito contribuisce alla audience di

Il volto del condono

Il condono edilizio sembra alla svolta decisiva dopo periodi d'incertezza che hanno caratterizzato questi ultimi mesi finalmente è possibile conoscere i parametri nonchè i contenuti di quanto condonare...

IL VOLTO DEL CONDONO
“condono edilizio alla svolta”
Facciamo un passo indietro per capire meglio i termini di questo condono.
innanzi tutto occorre capire questo passaggio:
1)Stato

2) Regioni

3) Comuni.

E’ stato deliberato un condono edilizio nazionale. Tuttavia sulla base della riforma

federalista è stabilito che le regioni debbano legiferare in materia, in conseguenza delle

nuova politica di governo del territorio, materia che in ogni caso non può contrastare con

quella statale ma affiancarsi alla stessa.
Come detto nell’articolo precedente relativo al condono edilizio le regioni finalmente

stanno emanando le normative in materia di condono edilizio e il termine ultimo concesso

alle stesse è fissato per il 12 novembre. Le regioni potranno così fissare l’elenco delle

esclusioni dalla sanatoria con facoltà ai comuni di stabilire un contributo di costruzione

da aggiungersi agli oneri di urbanizzazione per un importo pari al 30% degli stessi.Il

progetto di legge stabilisce che le singole Amministrazioni comunali determino gli oneri di

urbanizzazione delle costruzioni da sanare. Pertanto il termine per presentare la domanda di

condono e fissata per il 10 dicembre prossimo. Ogni cittadino dovrà quindi rifarsi ai

contenuti stabiliti dalla propria regione e dal proprio comune fermo restanto il termine di

presentazione ovviamente uguale per tutto il territiorio italiano.