Questo sito contribuisce alla audience di

intermediazione

il canale più diffuso per comprare vendere casa risulta ad oggi quello dell'intermediazione. Qui di seguito alcuni piccoli accorgimenti da tenere presente.

L’agenzia immobiliare risulta ad oggi il canale maggiormente utilizzato. Vuoi per la mancanza di tempo, vuoi per la convinzione che vendere o comprare casa sia un ostacolo insormontabile. In realta è solo più faticoso perché richiede maggiore impegno. Conseguenza di questo è la scarsità di offerte di case da parte dei privati rispetto a quella dell’agenzia e se si aggiunge il fatto che qualora si volesse acquistare il nuovo molto spesso i costruttori sono i primi ad avvalersi del canale intermediario.

Analizziamo in concreto:
1) Le agenzie immobiliari fanno incontrare la domanda e l’offerta nel settore immobiliare.
2) Per legge devono essere iscritte in apposito albo depositato presso la C.C.I.A.A. e consultabile da chiunque.
3) Le agenzie immobiliari devono obbligatoriamente avvalersi della figura dell’agente immobiliare.

L’agente immobiliare

La legge n.39 del 1989 all’art.6c1 stabilisce che “per l’insorgenza del diritto alla provvigione, il mediatore deve risultare iscritto nell’apposito ruolo professionale istituito presso ogni camera di commercio” . Trattasi di norma imperativa ai sensi dell’art.8 della stessa legge che prevede una sanzione amministrativa in caso di mancata iscrizione nel ruolo oltre a prevedere l’assenza del diritto alla provvigione con conseguenza restituzione alle parti delle eventuali provvigioni percepite (sul punto si veda sentenza n.15849 del 15/12/2000 Cass.Civ. sez. III).

Riassumendo sull’agente immobiliare:

1) Persona fisica, iscritta nello speciale ruolo degli agenti depositato presso la camera di commercio competente. Qualora vi fossero dubbi sulla sua persona basta richiedere una semplice presso la camera di commercio corrispondente.
2) Deve possedere il tesserino di riconoscimento che le viene rilasciato all’atto dell’iscrione e da esibire quando richiesto.
3) Tale iscrizione lo legittima a richiedere e percepire da entrambe le parti la provvigione per l’intermediazione.
In caso sorgessero contestazioni si può ricorrere alla Commissione di Vigilanza provinciale della Camera di Commercio di riferimento.
4) La provvigione che spetta all’agente varia a seconda della zona geografica e della città. Si determina sul prezzo d’acquisto comprensivo di I.V.A.. Versatelo solo alla conclusione del compromesso quando ciò siete sicuri che la compravendita andrà a buon fine.
5) L’agente per legge deve fare firmare ad ogni suo cliente l’incarico di mediazione ed il foglio di visita dove verrà annotato il luogo, il giorno e l’ora delle visite effettuate. Questi documenti comportano quasi sempre il mandato di esclusiva all’agenzia per un periodo minimo solitamente di tre mesi ma questa prassi non è ovunque diffusa e comunque le parti possono concordare diversamente. Non firmate mai per un tacito rinnovo potreste per qualsiasi motivo cambiare idea nel corso dei mesi;
6) Chiedete sempre una copia di tutti i documenti che firmati;

L’ agente immobiliare può essere anche un mediatore creditizio.
Il mediatore è regolarmente iscritto all’albo corrispondente, e si occupa di mediare tra il cliente ed i diversi istituti di credito per l’erogazione del mutuo inerente l’acquisto dell’immobile. Questo servizio aggiuntivo e necessario fa si che il mediatore creditizio sia sempre più diffuso all’interno dell’agenzia immobiliare.