Questo sito contribuisce alla audience di

Senigallia: 12 passi per le dipendenze

A Senigallia il gruppo focus si interroga sui 12 passi per le dipendenze e le nuove emergenze sanitarie.

La dipendenza di qualsiasi origine e specie è generalmente indice di una mancata o disturbata comunicazione con sé stessi. Una parte di noi, la più profonda lotta per condurci verso qualcosa che per il suo semplice uso o per l’abuso ci nuoce. La parte “cosciente” anche se arriva a rendersene conto non riesce a “persuadersi” che il bisogno è illusorio. Senza non gli succederebbe niente se non: essere finalmente libero e vivere meglio.

Ma è spesso la paura della libertà di vivere, di agire e di sbagliare, senza più scuse solo perché si è voluto fare una scelta piuttosto che un’altra che spesso tiranneggia e piega la volontà alla dipendenza.

Il 4 novembre al Palazzo del turismo a Senigallia si terrà la conferenza: “I gruppi di mutuo aiuto dei 12 passi per le dipendenze e le nuove emergenze sanitarie” - alcol, poliabuso, cibo, fumo, gioco, dipendenza affettiva: 70 anni di collaborazione tra i professionisti e le associazioni che hanno adottato i principi del programma di a.a.

L’inizio dell’incontro è previsto per le ore 8 e 30 con il saluto delle autorità alle ore 9.00 (dr. Vincenzo Aliotta, Vescovo di Senigallia, Presidente Regione Marche, Sindaco di Senigallia, Assessore alla Sanita’, Rappresentanti Associazioni, scientifiche: SIA dr. Patussi, FEDERSERD dr. Jarre, ANDID sig.ra Cecchetto, AIDAP d.ssa Filippini) e continuerà fino alle ore 19.00 (pausa pranzo h 13-14) con le conclusioni del Dr. Aliotta.

Il programma si suddivide in una sessione di “etica e sanità”, Il mondo clinico e i 12 passi: esperienze internazionali a confronto”, “esperienze professionali” e la tavola rotonda: “i 12 passi e le emergenze sanitarie, focus sulla collaborazione tra professionisti e associazione”. Tra gli interventi tutti di notevole importanza interverrà anche Valerio Sgalambro , Pedagogista professionale ad indirizzo corporeo, con una relazione sulla “dipendenza affettiva”.

Per ogni ulteriore informazione qui potete trovare il Programma dettagliato