Questo sito contribuisce alla audience di

Sei chi aspettavo o ho bisogno di innamorarmi?

Siamo giunti nuovamente quasi sotto le feste natalizie. Lo stress della ripresa lavorativa e le prime domande inquietanti fanno capolino…come reagisce il nostro cuore?

Natale è alle porte, le vacanze estive sono ormai lontane, ma nel tran tran del lavoro e degli obblighi quotidiani cominciano a far capolino le domande di rito “che fai a capodanno?” con chi passi Natale?”. E mentre pensi che dovrai deciderti a tirare giù dalla soffitta gli scatoloni con tutti gli addobbi natalizi, un turbine di emozioni si accavallano. La voglia di festeggiare, il piacere dei preparativi, una nota di tristezza perché quasi mai ti ritrovi a poter condividere questi momenti con chi vuoi. Chi è in coppia comincia a chiedersi se è proprio in quella coppia che vorrebbe stare, e chi non lo è si chiede se non sia giusto rinunciare ad un po’ della propria indipendenza per condividere un sorriso in più. Istintivamente ci si mette in cammino, e si va verso l’altro. Il periodo Natalizio, si dice sempre che sia magico, ed in realtà forse lo è anche perché suscita quel senso di famiglia e familiarità, quel desiderio di stare vicini, quello stato di innamoramento che ti fa sentire la testa confusa, lo stomaco sotto sopra, e abbassi tutte le difese…e allora trovi subito oltre la soglia del tuo mondo una mano pronta ad accoglierti, con gli stessi desideri, che ben presto si ritrova nello stesso stato e come te non si fa troppe domane… Non sai più cosa pensare neanche quando la voce della ragione si fa sentire chiedendoti: “è chi aspettavi veramente o è il bisogno di innamoramento?” La comunicazione tra cuore e testa è decisamente squilibrata, il cuore vuole le sue ragioni e la testa, comprende che è inutile lottare questa è una partita persa…cede, e aspetta. Tanto che l’altro sia veramente quello che cercavamo o solo qualcuno con il quale abbiamo potuto esprimere la nostra voglia di innamorarci…presto, a volte fin troppo presto, si svelerà l’arcano e tutto tornerà alla normalità, o almeno quasi ora quel bisogno non si può più negare così facilmente, va accolto e appagato.

***

Per essere sempre informato iscriviti alla newsletter di comunicazione

Collabora con noi: Segnalaci le iniziative o le informazioni relative al mondo della comunicazione ed inoltre, dati i continui cambiamenti dei collegamenti segnala eventuali malfunzionamenti dei link degli interventi.