Questo sito contribuisce alla audience di

Ultimi interventi

« precedenti 10 | prossimi 10 »
  • GLORIA ALLA TRINITA’, LIBERTA’ A CHI E' SCHIAVO -parte seconda-

    I mesi di settembre ed ottobre vedono la ripresa delle attività confraternali come del resto di tutte le attività pastorali (questa Guida ne ha già parlato in interventi precedenti). Tra di queste, ve ne sono alcune legate a ricorrenze piuttosto originali seppur non diffusamente conosciute, che ruotano attorno al binomio Trinità-liberazione.

  • GLORIA ALLA TRINITA’, LIBERTA’ A CHI E’ SCHIAVO -parte prima-

    La domenica seguente la Pentecoste ricorre la solennità della Santissima Trinità, mistero principale della fede cristiana, e modello ideale di comunità. In questo Nome si riconoscono una rilevante fetta di Confraternite. Nel colore del loro abito (che per la maggior parte di esse è rosso, simbolo della regalità che solo a Cristo spetta) sta un preciso richiamo al fuoco della carità ed all'effusione dello Spirito Santo. Così animati, in 8 secoli di esistenza questi nostri enti hanno prodotto specifiche, importanti ed originali opere.

  • CONFRATERNITE IN CAMMINO 2006 - LANCIANO

    Ogni anno si tengono raduni di confraternite laicali cattoliche. Il "Cammino di Fraternità" è, in Italia, non solo appuntamento annuale delle Confraternite nazionali ma al tempo stesso vetrina di promozione di un intero territorio, nonchè manifestazione che non manca di attrarre, colpire e coinvolgere con ancestrale interiorità l'animo religioso delle persone, evento evocativo e rivendicativo - nella genuina espressione di con-fratellanza - delle radici culturali e religiose del nostro Paese.

  • 25 ANNI DI CAMMINI JACOBEI IN ITALIA ... e non solo

    Il 27 e 28 maggio 2006 si celebra a Perugia il quarto di secolo della Confraternita Compostelana italiana e del Centro Studi che ne è emanazione. L’augurio ULTREYA che accompagna da sempre i pellegrini, risuona in questa ricorrenza come un felicissimo apprezzamento per i traguardi raggiunti e per proseguire in questa eccezionale esperienza di fede e vita.

  • SAN ROCCO ITALIA

    L’anno scorso avevamo dato notizia della costituzione del "centro rocchiano" italiano. Il comitato promotore ha praticamente concluso il suo iter: l’associazione e la consulta di studi che ne è emanazione, sono divenute realtà. L’obiettivo principale è la riscoperta dell’autentico San Rocco e l’animazione di tutte quelle realtà - Confraternite comprese, che sono parecchie - che hanno in questo santo il proprio riferimento. L’apposito, relativo sito Web permette immediata accessibilità e visibilità di questa “operazione” e della ricca documentazione che la accompagna.

  • LA “GRANDE SETTIMANA” E LA RISURREZIONE

    L’appuntamento classico per le nostre associazioni si ripropone anche quest’anno secondo il calendario liturgico. Ferma restando l’impostazione penitenziale dei riti del Triduo Pasquale (Giovedì, Venerdì e Sabato Santo) occorre considerare il loro culmine, ossia la domenica di Pasqua: l’apostolo san Paolo avverte infatti che “se Cristo non fosse risorto, vana sarebbe la nostra fede”.

  • San Carlo Borromeo: la Regola

    Lungo la storia si è detto parecchio di questo santo, forse un po’ meno nota è la sua azione verso il mondo confraternale per il quale intervenne con il rigore del suo stile di vita e le peculiarità dello stile di vita socio-ecclesiale del suo tempo.

  • IL ROSARIO (7 OTTOBRE / PRIMA DOMENICA DI OTTOBRE)

    Di questa preghiera si tratta popolarmente parlando di “corona” e cioè di formare con la sua recita una ideale corona di preci e di lodi ai Misteri della Vita, Morte e Risurrezione del Signore e di onore a Maria Santissima. Ovviamente tutto ciò è fondato storicamente oltrechè religiosamente, in modo molto preciso; non c’è la sola corona del Rosario mariano, e naturalmente ci sono aspetti confraternali di tutto rispetto da esaminare.

  • 29 settembre: San Michele Arcangelo

    Le Confraternite non potevano certo “trascurare” il capo delle schiere angeliche, tenuto conto che le principali vie di pellegrinaggio toccavano e toccano importanti luoghi a lui dedicati dove la presenza confraternale ha da sempre garantito culto e sua diffusione, nonché assistenza ai pellegrini.

  • ANNO PASTORALE CONFRATERNALE

    Scorrendo le pagine Internet sono sempre più numerose le Confraternite di cui viene rilevata l’attività, restando perlopiù a livello di segnalazione eventi (feste, processioni, e simili) che costituiscono solo la punta dell’iceberg. Se l’estate è propizia a questo tipo di evento, non è questo tipo di evento lo scopo peculiare di queste nostre associazioni, che hanno un anno pastorale del tutto uguale a quello delle altre strutture pastorali, anno pastorale che inizia ora.