Questo sito contribuisce alla audience di

LOGITECH CORDLESS CONTROLLER

Liberi di giocare senza fili anche su PSX

Nella nuova line-up Logitech di accessori da gioco, rivestono un ruolo importante i prodotti cordless, segno che l’utenza del videogaming cerca nuovi comfort per l’intrattenimento videoludico. Il Logitech Cordless Controller è un gioiellino di tecnica e design. Come ci piace fare, analizziamo prima l’aspetto estetico. Il gamepad si presenta con una forma simile al controller di casa Sony ma con pronunciamenti più marcati rispetto al pad che troviamo con la console: si potrebbe dire che l’accessorio di Logitech è una sorte di modello coupè di quello Sony soprattutto in riferimento alle ali più marcate.
Ci ritroviamo praticamente con gli stessi identici pulsanti e con la stessa dislocazione del pad Sony ma viste le dimensioni maggiori del prodotto Logitech, sono maggiormente distanziati e questo è già un elemento di comfort.

Passiamo ora all’analisi della funzionalità del prodotto: in primis mi sembra doveroso sottolineare che non vi accorgerete assolutamente di avere in mano un cordless vista la risposta dei comandi perfetta anche ad una distanza di 3 metri: ho fatto le prove più astruse tipo mettere il pad dietro la schiena e continuava a funzionare perfettamente. Non vi sto ad elencare tutte le specifiche tecnologiche usate per creare questo sistema perfetto, l’importante è che sia ben chiaro che i problemi di una volta dei cordless sono definitivamente scomparsi (almeno nei prodotti Logitech).
Pollice verso l’alto anche per le batterie (incluse): le 4 batterie stile garantiscono ben 50 ore di autonomia quindi prima che vi si esauriscano avrete parecchio da giocare.

Veniamo infine all’aspetto più pratico ovvero la qualità di gioco che ci sarà garantito dal controller cordless Logitech: perfetto! Veramente difficile chiedere qualcosa di più (anche perché già quello Sony è il migliore dei pad di serie) da una periferica di gioco. Tutto quello che si può chiedere ad un pad PS2 è presente: i pulsanti “pressure sensitive”, un tasto “mode” che consente di selezionare il funzionamento del gamepad tra le modalità “digital”, “analog” e “driving” e la funzionalità di vibrazione fornita da 2 micro-motori indipendenti posti nelle impugnature del gamepad per riprodurre ritorni di forza correlati agli effetti ambientali simulati nei vari giochi che, parafrasando il gergo hip hop, spacca parecchio come esperienza di force feedback.

Prodotti così evoluti tecnologicamente non possono avere un prezzo di fascia bassa ed infatti l’LCC è disponibile al prezzo di 79,95 €. Un prezzo però comunque più che giustificato per la qualità del prodotto. Il 9 del rapporto qualità prezzo quindi non è un 10 (che avrebbe sicuramente meritato sotto il profilo della qualità) solo perché è un prodotto destinato a chi vuole il massimo del comfort e della tecnologia ed è disposto a spendere per questo una cifra significativa.

Rapporto qualità/prezzo: 9

Si ringrazia Logitech per la collaborazione

Le categorie della guida

Link correlati