Questo sito contribuisce alla audience di

LARA CROFT TOMB RAIDER THE PROPHECY

Per giocare alle nuove avventure dell’eroina virtuale più amata al mondo su PC e PS2 dovremo aspettare fino a febbraio ma su Game Boy Advance, Lara Croft è pronta all’azione! Ed ecco a voi la recensione!

Forse qualcuno di voi avrà già letto nei giorni scorsi la nostra news riguardante questo gioco. Se così non fosse vi ricordo che Tomb Raider The Prophecy è stato realizzato dal team di programmazione di Ubisoft Italia, segno di una grande fiducia nei loro confronti perché Lara Croft è un personaggio che conta molto nel mondo del videogaming!

Nella trasposizione su GBA, alla nostra amata archeologa rimane immutata, grazie alle sue battute, quella ironia ed informalità che tanto hanno aiutato Lara a diventare una star oltre il mondo del videogaming. Anche l’azione di gioco riprende in un certo modo il feeling delle produzioni precedenti: The Prophecy è un arcade adventure in stile simil tridimensionale con visuale alternata isometrica e bidimensionale. La longevità del titolo viene infine garantita dai trenta livelli presenti (non vi preoccupate, ci sono i codici per non ricominciare sempre dall’inizio) che godono di un ottimo lavoro in fatto di design e caratterizzazione. Da sottolineare infine il quasi miracolo compiuto da chi si è occupato del lato sonoro di questa produzione Ubisoft: non credevo proprio che da un Game Boy Advance si riuscisse a tirare fuori una soundtrack così d’atmosfera!

Tomb Raider The Prophecy è sicuramente un buon gioco che vi garantirà molte ore di intrigante avventura. I ragazzi di Ubisoft hanno sicuramente fatto il massimo per sfruttare l’incredibile fama e l’inconfondibile glamour di Lara Croft ma gli evidenti limiti tecnici del Game Boy Advance non hanno chiaramente potuto spingerli ad una caratterizzazione ulteriore. Tutto questo per dirvi che se amate i platform con elementi adventure ed avete un GBA non vi potete assolutamente lasciarvi scappare The Prophecy. Se invece l’elemento di più preponderante interesse per questo titolo era Lara C, sappiate che il suo spirito c’è ma non la sua “sostanza” (e non parlo solo delle sue curve ;-P). Nel caso in cui per voi non fosse di importanza fondamentale quest’ultimo aspetto, allora andate sul sicuro ed acquistate senza remore la prima Lara Croft… Made in Italy!

Voto: 8+

Si ringrazia Ubisoft Italia per la collaborazione

Le categorie della guida