Questo sito contribuisce alla audience di

MATRIX RELOADED: APPUNTI SPARSI DOPO LA PRIMA VISIONE

Dragon Ball è arrivato anche su PS2… e non farà prigionieri Una piccola introduzione: come già scritto questa non è una recensione ma solo una raccolta di appunti sparsi dopo la prima visione di Matrix Reloaded che comunque credo possano contribuire ad una discussione che mi piacerebbe approfondire con voi &#nbsp;nel forum in questo topic. Aspetto il vostro feedback e le vostre impressioni! Una ulteriore precisazione sul mio giudizio complessivo su Reloaded. Presento in queste riflessioni alcune piccole critiche al film ma si tratta di piccole imperfezioni all’interno di un giudizio globale del lungometraggio che considero un altro capolavoro. Se dovessi assegnare dei voti, per il primo Matrix, non potrei che dare un 10+, per Reloaded 10! Buona Lettura e vi aspetto nel forum!

PREPARAZIONE ALLA VISIONE

PREPARAZIONE ALLA VISIONE

Psicologica: Visto
che pur cercando di tenermi lontano il più possibile dagli spoiler di qualsiasi
genere, la voce che maggiormente circolava riguardo Reloaded è che fosse un
action movie senza lo spessore concettuale del primo Matrix. Allora per non
evitare una cocente delusione, mi ero messo in atteggiamento molto sopito,
pronto a vedere La delusione della mia vita cinematografica. Fortunatamente ciò
non è avvenuto, tutt’altro, forse grazie a questo atteggiamento sulla
difensiva.

 

Fisica: Pur
preoccupato, ero certo che da un punto di vista visivo, MR sarebbe stato
impressionante. Così  pochi minuti prima
di entrare in sala per aumentare il mio livello di percezione mi sono sparato
due caffè espressi, una tavoletta di cioccolato Lindt (eccezionale quella con
il wafer dentro J) ed una
lattina di Pepsi. Ero veramente su di giri (ci mancava pure J).
Eseguirò le stesse operazioni per la seconda e terza visione (che avverranno nella
stessa sera) mentre stavo pensando per la quarta visione di andare al cinema
completamente ubriaco (tranquilli, vado al cinema a piedi! J) per
provare ad analizzare il film da un altro punto di vista… calcolando anche che
sono astemio J.

 

SI PARTE… E SUBITO UNA SCENA DA STORIA DEL CINEMA

Boom! Salta Trinity e cade in modo
coreografico da una moto esplosiva. Fermo immagine alla Matrix. E già Reloaded ha
una scena da storia del cinema. Poco prima della fine del primo tempo arriva la
seconda cult-scene: il duello di Neo contro gli svariati cloni dell’Agente
Smith. Comprerò due copie del DVD al momento dell’uscita: ho già timore che
almeno una si consumerà dalle volte che le rivedrò queste due scene madre (che
in realtà non lo sono comunque…).

 

NIOBE QUESTA SCONOSCIUTA

Giungevo alla visione di Matrix
dopo solo 24 ore dalla stesura della review di Enter The Matrix e poche ore
prima lo avevo completato. Ho vissuto questa esperienza in simbiosi con l’alter
ego digitale di Niobe (a dirla tutta: ma chi se lo prende Ghost? Dai!) che mi
ha completamente conquistato. Nettamente superiore in termini di carattere,
spettacolarità e glamour di Trinity (e non era facile, soprattutto pensando alla
Carrie Ann Moss del primo Matrix). Vi consiglio caldamente di compiere l’esperienza
videoludica perché ho oltre a rivivere Reloaded in modo parallelo, finirete
anche voi con l’amare Niobe, ne sono certo. Nel film la sensazione è che sia lì
soprattutto per fare da elemento di congiunzione con il videogame se pur
ricopre un ruolo da comprimario dignitoso nel lungometraggio ma su ETM è un’altra
cosa (vogliamo parlare della scena del bacio saffico con la Bellucci?). Ah,
qualcuno sa dirmi dove posso comprare i suoi occhiali.

 

UN RAVE A ZION

La scena del tribal rave (e la
contemporanea e parallela lunga effusione fra Trinity e Neo) in Zion mi ha
lasciato un po’ perplesso, non deluso ma perplesso e sorpreso.. E’ una delle
scene più discusse nei forum e sicuramente ha un forte valore simbolico ma di
certo ha spiazzato un po’ tutti, adepti e critici del “culto” di Matrix.

 

NON FATE ENTRARE CASARINI AL CINEMA

Se vedete al cinema Luca Casarini,
portavoce dei Disobbedienti, per favore, non fatelo entrare. Già oggi cita nei
suoi discorsi con una frequenza pari al 100% Matrix. Figuriamoci dopo aver
sentito Morpheus che riunito con tutti i capitani delle navi della squadriglia di

Zion
dice: “Se siamo qui è perché abbiamo una certa predisposizione (non sono
certo di questo termine, ma il significato è lo stesso) alla disobbedienza”. Ci
rimane sotto di sicuro! J

 

AGENTI VECCHI E NUOVI

Vince a mani basse l’agente Smith
nel nuovo ruolo di outsider nella guerra fra umani e macchina. La sua nuova
attitudine da mina vagante è sublime. Non parliamo poi di quando si rivolge in
ogni occasione a Neo con il rituale “signor Anderson”. I nuovi agenti saranno
più fustacchioni ma non hanno un briciolo di personalità.

 

DOPPIAGGIO

Luca Ward (Russel Crowe, Keanu Reeves… Sam Fisher J) come al
solito è fantastico. Molto deludente Morpheus che sembra Mussolini nel fare il
discorso a Zion (ma sotto son tutti con i pugni chiusi J):
pessimo! Non vedo l’ora di sentirlo in versione originale: credo che farà tutto
un altro effetto. Discorso a parte per la Bellucci. In ETM parla in inglese e l’interpretazione
era veramente sensuale. Nell’auto doppiarsi invece, la sensazione è veramente
spiacevole. Un peccato, veramente!

 

COLONNA SONORA

Buona, non c’è che dire ma l’ho
trovata leggermente sotto tono rispetto a quella del primo Matrix. Non c’è un
brano capace di rimpiazzare la song che nel primo episodio si sente mentre
Morpheus spiega a Neo che non tutti sono pronti ad uscire da Matrix (in ETM si sente
per qualche secondo… una piccola citazione sonora anche nel film non mi sarebbe
affatto dispiaciuta…).

 

I NUOVI PERSONAGGI

Di Niobe (I love her…. Ma dal film
ho capito che la fila è lunga J) abbiamo
già parlato a lungo. Pollice molto in alto per i due fratelli “biondi rasta”
alla corte del merovingio esteticamente fantastici con quella calma quasi
ossessiva. Pollice in basso invece per Ghost (bah!) ed il guardiano dell’oracolo
(ma due orientali più convincenti i Whac Brot non sono riusciti a trovarli?). Link,
il nuovo operatore non fa gridare al miracolo ma fa bene la sua parte mentre Lock
è il tipico primo della classe, bravino che deve rendersi antipatico al
pubblico (tranne chiaramente ai primi della classe, bravini J).
Menzioni speciali per Zee, la moglie di Link, che riuscirebbe a sconvolgere gli
ormoni di qualsiasi essere umano maschile su questa terra (perché si vede per
così poco tempo? J)  ed il maestro di chiavi per la sua aria di
personaggio appena uscito da una fiaba in stile Alice nel Paese delle
Meraviglie. Il personaggio del Merovingio con la sua lunga dissertazione di
sproloquio in francese poteva essere usato forse meglio ma non è detto che non
torni a farci visita nell’ultimo capitolo della trilogia.

 

PER L’ARCHITETTO MI SERVE UN LIBRO

La lunga dissertazione finale dell’architetto,
il creatore di Matrix, deve essere riascoltata almeno 20 volte per poterla
comprendere a fondo. Non si potrebbe avere la sceneggiatura su carta, cara
Warner? J

 

TRAILER FINALE

Un vero mistero. Nessuna
segnalazione all’entrata del cinema. Tutti sono usciti dalla sala senza vederlo
tranne me e gli amici (per la cattiva abitudine penso internazionale di non
vedere i titoli di coda… a me interessano soprattutto per la colonna sonora) con
cui erano andato a vederlo (visto che eravamo stati “spoilerati”) e molte
persone erano già entrate per lo spettacolo dopo autorovinandosi
inconsapevolmente il finale. Ho saputo ad esempio che a Taiwan il trailer
veniva trasmesso prima dei titoli di coda… un altro mistero matrixiano… o un
bug di un programma che non vuole essere cancellato? J

 

GIOVANNI TROPEANO

Se guardate bene i titoli di coda
(penso i più lunghi nella storia del cinema…) compare anche tal Giovanni
Tropeano di cui non ricordo affatto il ruolo nello staff del film. Devo assolutamente
conoscerlo oppure potrei spacciarmi per un suo parente visto che abbiamo lo
stesso cognome J

 

DOMANDE SENZA RISPOSTA (PER IL
MOMENTO)

1)       Perché il “traditore”
che si taglia la mano non uccide Neo ma lo tocca e basta? Cosa c’è dietro?

2)       L’Oracolo
a che gioco sta giocando? E’ veramente la madre di Matrix?

3)       Sarà tutto
vero quello che ha detto l’architetto?

4)       La
profezia era solo una beffa?

5)       Cosa ci
dobbiamo aspettare dall’Agente Smith?

6)       Come ha
fatto Neo a fermare le macchine nel mondo reale o presunto tale (io mi sono
fatto delle ipotesi ma non ve le dico)?

7)       Ma
soprattutto perché il terzo capitolo si chiamerà Matrix Revolutions e non
Revolution al singolare? Questa è la domanda che più mi tormenta. Mi aspetto
epici sconvolgimenti a novembre. Ora l’unica cosa è cercare di mantenersi più
lontani dagli spoiler il più possibile… Mica facile…

 

Le categorie della guida