Questo sito contribuisce alla audience di

FLIGHT SIMULATOR 2004: UN SECOLO D'AVIAZIONE

Come passa il tempo: solo 100 anni fa, l'uomo non riusciva neppure a volare ed oggi festeggiamo un secolo di moderni Icaro che però... non si scottano! J Flight Simulator 2004 riesce nell’impresa di proporre tutto quello che gli appassionati di volo virtuali avrebbero sempre voluto da un simulatore di volo civile e… molto di più!

Prima di lasciarvi alla tabella riepilogativa, vi ricordo che i
requisiti minimi di sistema per giocare a Freelancer sono fiss

Dopo un anno di pausa per evitare possibili polemiche
legate all’11 Settembre 2001 (si sa cosa possono fare certi, ripeto, certi
giornalisti…), torna il simulatore di volo civile più famoso nella storia del
panorama videoludico. Flight Simulator 2004 è anche un appuntamento speciale
perché festeggia un secolo di volo
(e, se non sbaglio, anche i 20 anni di
Flight Simulator). Era il 17 dicembre del 1903 quando i fratelli Wright
fecero il primo volo di 12 secondi, pochi attimi che cambiarono per sempre la
storia dell’umanità. Per celebrare i primi 100 anni di voli umani troviamo
quindi 14 mezzi aerei a motore rappresentanti di ogni periodo di questo secolo,
compreso il modello dei Wright Brothers per arrivare a modelli recentissimi di
jet, elicotteri e bimotori. Ognuno di loro vi farà provare sensazioni molto
diverse nel pilotarli e questo è un ottimo biglietto da visita per la
produzione targata Microsoft.

 

Il gioco (anche se è un po’ riduttivo definirlo
così) prevede un lungo e completo training che permetterà anche a chi non ha
mai pilotato virtualmente un mezzo aereo di impadronirsi dei comandi
chiaramente dedicando un buon numero di ore al vostro allenamento. Oltre al
volo libero
(che già diverte molto), potremo provare le nostre abilità
con delle missioni dagli obbiettivi più svariati: dalle acrobazie più folli, al
“semplice” trasporto di linea passando per il volo a vela o anfibio. Insomma,
dovremo veramente dimostrare di saper solcare i cieli in tutti i modi.

 

 

Da un punto di vista tecnico, difficile chiedere
qualcosa più a FS 2004
. Partiamo con l’ottima gestione completamente
dinamica e realistica dei fattori climatici
(la cui velocità di cambiamento
potrà essere settato liberamente dal “pilota”), elemento di fondamentale
importanza per gli appassionati del genere e proseguiamo con il notevole
miglioramento delle texture sia per i veivoli che per gli amplissimi e vari
background di gioco. Concludiamo con un nota sull’ottima realizzazione
dell’abitacolo e della completa flessibilità con cui poter gestire la visuale
di volo.
Vista la seriosità del titolo è completamente assente un
accompagnamento musicale e questa scelta non la condivido in pieno… Se qualcuno
si diverte nel giocare con una traccia di sottofondo perché non
permetterglielo? I puristi possono tranquillamente disabilitare il volume
musicale e saremmo vissuti tutti felici e contenti J.

 

Se Flight Simulator eccelle in ogni suo aspetto, arriva
al punto di stupirci sulle possibilità di volo che avremo a disposizione. Sono
presenti 24.000, ripeto, 24.000 aeroporti su cui potrete atterrare e gli
scenari in cui potremo dimostrare le nostre abilità di top gun coprono quasi
tutti i continenti: l’immancabile Nord America
(parliamo di un gioco
Microsoft!), l’Europa, Egitto, Giappone, le piccole isole del Pacifico e
molti altri…
Insomma, perdonatemi la banalità, avrete esclusivamente l’imbarazzo
della scelta! E vi ricordo come sia possibile volare insieme su Internet in
contesti comuni e darsi anche a gare di velocità o altro: semplicemente
infinito calcolando anche la presenza di una sorta di enciclopedia multimediale sul volo!

 

Trovare difetti in un titolo quale Flight Simulator
2004 è quasi impossibile
(forse potremmo desiderare un maggior dettagli grafico
quando voliamo rasoterra ma si tratta di questioni marginali) e gli
appassionati di volo virtuali tornano ad avere un “gioco” con il quale potranno
bruciare tantissime ore di volo e quindi l’acquisto è consigliato da parte e
scontato per loro. Ai non adepti del genere posso dire che Microsoft ha fatto
di tutto per semplificare la simulazione
(pur senza togliere niente al
realismo) ma che comunque anche FS 2004 richiede una buona dose di pazienza
ed un training comunque da assimilare per diventare piloti provetti. Dipenderà
quindi dalla vostra attitudine nei confronti di un tipo di intrattenimento del
genere e dalla voglia di spendere una cifra quasi doppia (95 € circa) rispetto
ad un gioco “normale” ma visto l’oggettivo valore del prodotto, se Icaro è per
voi un modello, beh, allora sapete già cosa fare.. Un’ultima segnalazione: la
versione da noi testata era in inglese ma dal 15 settembre sarà disponibile in
tutti i negozi un Flight Simulator 2004 completamente in italiano. Una buona
notizia soprattutto per chi non mastica alla perfezione l’idioma anglosassone.

 

Prima di lasciarvi alla tabella riepilogativa, vi ricordo
che i requisiti minimi di sistema per giocare a Flight Simulator 2004
sono fissati a 450 mhz per il processore, 1.8 giga liberi su HD, 64 MB di ram,
e 8 mega di memoria video. 
Per i
consigliati
siamo nell’ordine di 1.2 giga di processore, 256 mega di ram
ed una scheda video con almeno 64 mega di ram

 

I NOSTRI VOTI

GLAMOUR: 94%

TECNICA:  91%

GAMEPLAY: 93%

LONGEVITA’: 98%

TOTALE: 95%

 

Si ringrazia Microsoft
Italia
per la collaborazione

SUPEREVA PC GAMES POWERED BY

Il miglior hardware per potenziare il tuo Pc:
www.bow.it

Le categorie della guida