BEYBLADE

Wow Man Ed anche le trottole tornarono di moda... Ma quelle di Beyblade sono super potenti, ultra accessoriate, con le forze della natura e... volete vincere il gioco per PSX e PS2? Partecipate al nostro contest!

I NOSTRI VOTI

6.000.000 di giocattoli
venduti in Italia entro Natale 2003, un incredibile numero di prodotti
“brandizzati”, la prima serie del cartone animato Beyblade andata in onda
da marzo a maggio, tutti i giorni su Italia UNO alle 16.30 che ha inchiodato
davanti allo schermo oltre ½ milione di persone,
durante l’estate 2003 ( giugno – luglio) Italia Uno ha mandato in onda – a
grande richiesta – le repliche delle puntate della prima serie, ottenendo
un’audience di tutto rispetto. Sono queste alcune delle cifre e dati che fanno
capire il grandissimo successo del cartone animato giapponese di cui Atari ha
deciso di realizzare un videogame per PSX e PS2.

Ma che cos’è Beyblade? Il
cartone animato ha per protagonisti quattro ragazzi: Takao, Max, Rei e Kei,
molto diversi fra loro, ma uniti dalla passione per il Beyblade: la sfida
con delle trottole componibili superaccessoriate alla ricerca delle strategie
vincenti all’interno di campionati di mezzo mondo e contro avversari sempre più
forti.Ma il Il segreto del Beyblade vincente, nel cartone
animato così come nel videogame e, perché no, anche nel mondo reale, sta
nell’energia che ciascuna supertrottola contiene; un’energia misteriosa e
diversa per ogni Beyblade che proviene dal suo spirito-guida: quello del drago azzurro
(come accade proprio a Takao), quello della tigre bianca, quello della
tartaruga e così via. Attraverso il videogame, infatti, per la prima volta
i ragazzi possono vestire in prima persona i panni dei protagonisti del cartoon
e partecipare a un grande torneo con le loro trottole per sfidare tutti gli
avversari. In ogni sfida dovranno decidere quali componenti delle trottole
saranno più adatti per riuscire a battere l’avversario che ci si troverà di
fronte, in un frenetico mix tra strategia e sfide all’ultimo Beyblade.

Dopo questa introduzione al mondo
Beyblade, passiamo a scoprire il videogioco. Sono due le principali
sezioni in cui ci dovremo cimentare: la battaglia e la gestione delle nostre
trottole. Nella trotto-gara dovremo essere abili inizialmente a dare la spinta
giusta al nostro “veicolo” e poi a saperlo controllare senza che esca dal
Beystadium. Chiaramente ci dovremo dar da fare ad eliminare il nostro
avversario o mandandolo fuori dallo stadio oppure facendogli perdere tutta
l’energia. Come potete capire il gameplay è piuttosto basico ed adatto al
target di riferimento del gioco, i giovanissimissimi J, ma vi
posso assicurare che anche chi va per gli “enti” o “enta” potrebbe ritrovare in
Beyblade un po’ di quello stesso charme dei coin-op di una volta in cui non
servivano tutorial di ore per iniziare a giocare. La parte gestionale è di
certo limitata rispetto ad un vero e proprio simulatore però avvicina tanto il
prodotto multimediale a quello ludico e per gli appassionati delle trottole ad alta
velocità questa non può che essere una splendida notizia.

Sicuramente la parte più deludente
della produzione Takara-Atari è la realizzazione grafica. Vero che siamo sulla
PSX, vero che in questo genere di titoli non ci si aspetta effetti speciali a
profusione ma una realizzazione meno “spartana” era lecita attendersela.
L’occhio meno allenato non proverà disturbo dal mediocre valore con cui sono
stati “disegnati” stadi e trottole ma chi conta i poligoni su schermo potrebbe
rimanere fortemente basito. Io vi ho avvertiti… Sonoro discreto con alcune
tracce rockeggianti (come nella intro realizzata con pezzi del cartone animato)
piuttosto piacevoli. 

La longevità di Beyblade sarà  chiaramente effetto di quanto la
riproduzione ludica di queste super trottole vi coinvolgerà. Oggettivamente è
presente un torneo abbastanza lungo (fondamentale per prendere i punti che vi
faranno acquistare nuovi pezzi e trottole) ed una modalità di gioco libero in
cui potrete sfidare anche un vostro amico. Se condividete la passione di
Beyblade con qualcuno quindi, il CD del gioco rimarrà nella vostra PSX (o PS2)
per molto più a tempo.

In conclusione, Beyblade si può classificare in
quella categoria di giochi che farà sicuramente felici gli appassionati della
serie TV o delle velocissime trottole che hanno conquistato tutti i
giovanissimi e non solo. Il prezzo veramente concorrenziale (27 € … una cifra
quasi da budget per un titolo inedito!) con cui viene distribuito il prodotto,
potrebbe renderlo interessante a tutti i possessori di PSOne visto che oramai
di nuovi giochi per la loro piattaforma, se ne trovano sempre meno. Certo, una
migliore realizzazione tecnica non avrebbe guastato ma se avete qualche
giocatore giovanissimo da far felice, beh, difficile trovare un titolo migliore
di questo!

I
NOSTRI VOTI

GLAMOUR: 83%

TECNICA:  50%

GAMEPLAY: 79%

LONGEVITA’: 77%

TOTALE: 72%

Si ringrazia Atari Italia per la collaborazione

Peeplo Engine

Un motore di ricerca nuovo, ricco e approfondito.

Inizia ora le tue ricerche su Peeplo.

Le categorie della guida