Questo sito contribuisce alla audience di

PAINKILLER

In anteprima sulle pagine di superEva Games, il first person shooter che in attesa degli altisonanti Doom 3 ed Half Life 2, "rischia" di essere il gioco più tecnicamente avanzato allo stato attuale.... Gli zombie ci aspettano!

Il tuo nome è Jack Carver, impegnato in una tranquilla attività di
noleggio barche nella lontana e splendida Micronesia

Painkiller, sviluppato da People Can Fly e prodotto
da Dreamcatcher, è un FPS che vi vedrà nel ruolo di un misterioso mercenario, Daniel Garner
in un’ambientazione a cavallo tra mondo fantasy e realtà. La vostra missione
sarà recuperare un artefatto religioso protetto da orde di demoni… Come
potete capire non siamo di fronte al gioco con la trama più originale del mondo
e lo stesso si può dire per il gameplay: se a Serious Sam od altri FPS di
chiarissima impostazione arcade fischieranno le orecchie il motivo è presto
detto. Painkiller riprende in tutto e per tutti gli stilemi di questo genere,
tralasciando volutamente elementi RPG, di esplorazione o qualsiasi altra cosa.
Siamo di fronte ad un PURO shooter e se devo dirla tutta nei tre livelli che ho
potuto provare mi sono divertito e non poco con questo gioco…

id="_x0000_i1025" src="http://vchild.supereva.it/pain1.jpg" border=0>

Ma dove il gioco lascia piuttosto basiti è nell’aspetto
tecnico ed è per questo che vi consiglio vivamente di scaricarvi il demo perché,
oltre al fatto che le immagini non sono assolutamente sufficienti per capire la
bellezza estetica del titolo, Painkiller ha da offrirvi la migliore fisica mai vista al momento in un
videogame. Havoc, dopo Max Payne 2 (ed in attesa di Half Life 2) colpisce
ancora con delle dinamiche di collisione semplicemente disarmanti: sono rimasto
letteralmente estasiato quando sono passati sotto una lunga fila di cadaveri
impiccati ed il mio passaggio ha causato una reazione a catena di movimento che
metteva i brividi. Lo stesso si può dire per la risposta dei corpi alle nostre
pallottole. Vedere il nostro “impalatore” bucare gli zombie per 4,5,6,7,8 volte
perforandoli ha veramente generato in me una grossa soddisfazione (cacciatori
all’ascolto: fate del male ai nemici virtuali di un bell’FPS come Painkiller e
non a degli animali veri! Vi divertite lo stesso e non fare del male a
nessuno!). Altro sgomento estetico sia per le animazioni semplicemente
stupende, l’ampiezza delle ambientazioni, gli effetti luce e la maestosità del
boss presente che è riuscito a riempire tutto il mio monitor a 22’!!! Tutto
questo senza alcun problema di fluidità se pur la mia configurazione (1.4 giga
di processore, 128 mega di memoria video e 512 di ram) non sia proprio al top
in tutti i suoi aspetti… Indubbiamente, aspettando Doom 3 ed Half Life 2, per
certi aspetti (per altri ci sono Far Cry ed Unreal Tournament 2004 ad
attenderlo al varco) Painkiller il 15 aprile “rischia” di essere lo shooter più
all’avanguardia, da un punto di vista tecnico presente nel panorama videoludico
internazionale.

id="_x0000_i1026" src="http://vchild.supereva.it/pain2.jpg" border=0>

Riguardo la longevità del gioco,
segnaliamo la presenza di 20 livelli di gioco per il single player e varie
modalità multiplayer fra cui la misteriosa “People Can Fly” (lo stesso nome dei
programmatori) e che nella versione XBOX (l’unica prevista per console) si
sfrutterà la connessione al servizio Live..

id="_x0000_i1027" src="http://vchild.supereva.it/pain3.jpg" border=0>

In conclusione di questa
anteprima, posso dirvi che se per voi l’originalità non ricopre un’importanza
fondamentale in un’esperienza videoludica, Painkiller riuscirà a soddisfare
anche i palati più esigenti in fatto di tecnica così come la sete di azione
immediata e senza sosta. Appuntamento ad aprile per le nostre valutazioni
complesse in sede di review!

Le categorie della guida