Questo sito contribuisce alla audience di

Vietcong: Purple Haze

Il Vietnam non è mai finito… neppure su XBOX dove direttamente dal grande successo su PC arriva Vietcong con un porting decisamente ben riuscito!

v:* {behavior:url(#default#VML);}
o:* {behavior:url(#default#VML);}
w:* {behavior:url(#default#VML);}
.shape {behavior:url(#default#VML);}

Dopo aver ottenuto un ottimo successo di critica e pubblico, torna a far parlare di sé, per il porting su console, Vietcong, l’FPS tattico di Gathering che come potete facilmente capire è ambientato ai tempi della crudele guerra vietnamita. “Purple Haze” (niente a che fare con il mio mito Jimi Hendrix) si può considerare come la summa del Vietcong originale per PC e del suo add-on Fist Alpha: sono presenti infatti le migliori 17 missioni e 2 del tutto inedite. E adesso scopriamo più da vicino l’inferno della jungla indocinese…

Per chi non conoscesse per nulla Vietcong possiamo dire che il titolo di Gathering è un First Person Shooter contraddistinto da una certa immediatezza nei comandi ma arricchito da molti elementi tattici. Saremo sempre (o quasi) accompagnati da un gruppo di commilitoni con dei compiti ben specifici: c’è il medico in grado di curarci in ogni momento, il marconista che si porterà appresso la pesantissima radio per farci comunicare con il quartier generale, la guida del posto che in alcuni momenti ci farà da apripista in luoghi a noi sconosciuti. Queste situazioni sono alcune delle più caratteristiche del gioco. Essere dentro la giungla, muoversi lentamente per non farsi sentire ed evitare le trappole, disinnescare gli ordigni a terra: vi assicuro che le palpitazioni del vostro cuore aumenteranno a dismisura in questi momenti di attesa. Non mancheranno i combattimenti più “classici” ma la conformazione della giungla li renderà comunque originali visto che i punti in cui ripararsi saranno molti ma anche per i nostri avversari e ci vorrà una buona dose di tattica per superarli. Ricordo anche che vi dovete dimenticare salvataggi infiniti a go-go: per ogni “checkpoint” da raggiungere ne avrete limitati e ciò vi spingerà a premere il tasto del “save” solo nei momenti più appropriati per non ritrovarvi senza quando ne avrete la necessità. Di limitato vi ricordo avrete anche il numero di armi (le cui caratteristiche sono state implementate con un’ottima dose di realismo) che potrete portare con voi. . Già a livello normale i vitecong ci daranno veramente molto filo da torcere e per i neofiti consiglio assolutamente di iniziare dal livello easy. Mi ringrazierete per questo consiglio come ringrazierete i programmatori per avere settato il gioco tenendo presente che avremo in mano un joypad e non un mouse, rendendo così disponibile ad esempio il sistema di mira automatica.


Veniamo all’aspetto tecnico ed estetico del titolo e vi posso subito dire che il porting su XBOX è stato realizzato eccellentemente ed ha mantenuto un grande feeling. Come avviamo una nuova partita siamo subito proiettati, con un taglio altamente cinematografico e molto suggestivo, nella jungla vietnamita negli anni della terribile guerra. Nel gioco originale siamo nel 1967: il nostro uomo, il tenente Steve Hawkins, si trova su di un elicottero per raggiungere la sua nuova postazione. I suoi pensieri si confondono con le parole del commilitone, con le pale del mezzo volante e con la musica di accompagnamento che come le altre presenti nel gioco sono quelle stesse canzoni che alla fine degli anni ’60 segnarono il movimento hippie e pacifista. Tra i tanti nomi delle song presenti possiamo fare quelli del classico punk “I Wanna Be Your Dog” degli Stooges, “Hey Joe” dei Deep Purple, “Riot on Sunset Strip” dall’omonimo film del 1967 e “Primitive”, eseguita da The Groupies. Anticipiamo il nostro giudizio su questo aspetto: la colonna sonora di Vietcong può essere considerata una delle migliori di sempre nel campo videoludico, indubbiamente. A riguardo la bellissima soundtrack vi abbiamo quindi già detto e le nostre lodi vanno anche ai bellissimi effetti che, se siete muniti di un impianto surround, vi giungeranno in maniera pressoché fedele alla rappresentazione visiva. Non del tutto soddisfacente invece la localizzazione dei dialoghi: a parte l’ottima interpretazione di Hawkins, gli altri personaggi non ci hanno del tutto convinto soprattutto quando in battaglia urlano improperi ai Vietcong: gli insulti non sembrano affatto naturali e tolgono un po’ alla bellissima atmosfera creata. Componente visiva: questo è di certo l’aspetto più convincente del porting! Vero che i programmatori hanno dovuto “tagliare” sul dettaglio dei fili d’erba e degli ambienti in generale ma d’altra parte si ha un frame rate eccellente e stabile (cosa che su PC poteva avvenire esclusivamente solo su macchine di fascia altissima) ed anche i soldati mantengono il loro appeal guerresco-bellico. Complessivamente, ho trovato la versione XBOX decisamente più stabile, giocabile e piacevole della controparte Pcistica (chiaramente ciò non vale per chi ha provato il gioco su computer simil-NASA…).


Prima di chiudere, alcune note sulla longevità: delle 19 missioni in singoli vi abbiamo già detto. Da segnalare anche la presenza del multiplayer on line tramite i servizi di XBOX Live che prevede il supporto fino a 10 giocatori in contemporanea sulle nove mappe presenti giocabili in varie modalità e sono già previsti download di contenuti extra come nuovi livelli e mod.






















I NOSTRI VOTI


CONCLUDENDO…


GLAMOUR


9.0


Se su PC, Vietcong non mi aveva mai convinto del tutto (soprattutto perché per essere giocato in modo appagante, richiede un computer di fascia elevatissima), il porting su XBOX è stato veramente un colpo riuscito da parte di Gathering. A scapito di un dettaglio leggermente diminuito, abbiamo tra le mani però un gioco con un frame rate stabile che il sottoscritto reputa l’elemento tecnico più importante in una produzione videoludica. Per il resto tutto quello che di bello c’era su PC (colonna sonora, atmosfera cinematografica, pathos bellico, multiplayer on line) è presente anche sulla versione per la console di casa Microsoft che ha tutto per svettare sotto il profilo qualitativo fra le tante produzioni dedicate al Vietnam uscite in queste ultime settimane.


TECNICA


9.0


GAMEPLAY


9.0


LONGEVITA


9.0


TOTALE


9.0

Le categorie della guida