Questo sito contribuisce alla audience di

Shadow Hearts - Covenant

Ambientato durante la prima guerra mondiale in un mondo a metà strada fra quello reale ed uno fantastico, Shadow Hearts è uno dei migliori J-RPG degli ultimi tempi. Scopriamolo subito insieme!

v:* {behavior:url(#default#VML);}
o:* {behavior:url(#default#VML);}
w:* {behavior:url(#default#VML);}
.shape {behavior:url(#default#VML);}

Seguito del non troppo celebre (almeno in Europa) Shadow Hearts, Covenant ci immerge in un mondo a metà strada fra realtà e fiction negli anni bui della prima guerra mondiale. In mezzo al conflitto che vedrà coinvolta soprattutto l’Europa, in un piccolo villaggio francese, una guarnigione di soldati tedeschi viene mandata a catturare un’entità mistica dagli incredibili poteri sovrannaturali. Tra ufficiali dell’esercito, esorcisti, colpi di scena e cut scene di elevatissimo livello, Shadow Hearts: Covenant si rivela essere uno degli RPG di stampo nipponico fra i più originali sotto il punto di vista della narrazione e del background degli eventi narrati.


Come ho scritto nel paragrafo precedente, il titolo distribuito in Occidente da Midway, è un J-RPG con delle caratteristiche comunque uniche. La produzione presenta un’ottima gestione dei personaggi, le cui particolarità sono praticamente uniche oltre ad avere anche una totale indipendenza nella crescita dei vari parametri presenti. Anche il sistema di combattimento a turni si presenta con una buona innovazione: in pratica si tratta di una commistione con il genere dei Rhythm’n’games visto che per fare andare in porto un attacco dovremo sincronizzare il nostro premere sul pad all’arrivo di un cursore in una zona di un led. Questa particolare tecnica si manifesterà non solo nei combattimenti come ad esempio nelle contrattazioni con i commercianti ed il risultato finale è che c’è sempre una buona tensione “agonistica” in tutta l’avventura.

Un plauso al lavoro dei programmatori di Aruze Group va anche alla realizzazione tecnica: personaggi 3D e fondali renderizzati si fondono insieme al meglio e l’atmosfera generale ci immerge completamente nelle atmosfere particolari della storia. Questa empatia viene rafforzata anche dalle cut scene di elevatissima qualità e da una colonna sonora splendida. La mancanza totale di qualsiasi forma di localizzazione (per dialoghi e sottotitoli) chiaramente precluderà l’esperienza di gioco a chi non ha una minima conoscenza della lingua inglese.

La durata dell’avventura è assolutamente elevata come il genere di appartenenza in un certo senso prevede quasi d’obbligo. Il consiglio è quello di giocarsi anche il primo capitolo della serie (se lo riuscite a trovare) visto che oltre ad essere un titolo valido, per alcuni aspetti vi potrete godere ancora più maggiormente Shadow Hearts: Covenant.






















I NOSTRI VOTI


CONCLUDENDO…


GLAMOUR


9.5


Shadow Hearts è un RPG di classica concezione nipponica che gli amanti del genere non possono assolutamente far sfuggire: ad un’ottima realizzazione tecnica, ad una buona gestione di personaggi e combattimenti, oltre ad una longevità assolutamente di rango, l’elemento che mi ha più favorevolmente colpito è il background narrativo: in questo universo simile al nostro ma non del tutto, questa riproposizione degli anni della prima guerra mondiale sono stati una sorpresa veramente interessante ed emozionante, grazie anche all’uso impeccabile dei filmati realizzati ad altissimi livelli. Rimane un titolo per un pubblico ben preciso (che deve avere anche una buona conoscenza dell’inglese vista la totale mancanza di localizzazione), ma il suo valore oggettivo è assolutamente fuori discussione.


TECNICA


9.0


GAMEPLAY


9.0


LONGEVITA


9.0


TOTALE


9.1



Le categorie della guida