Questo sito contribuisce alla audience di

Forgotten Realms - Demon Stone

Dopo averci deliziato su console, Demon Stone arriva anche su PC per continuare una grande avventura epica e cinematografica anche nei nostri hard disk!

v:* {behavior:url(#default#VML);}
o:* {behavior:url(#default#VML);}
w:* {behavior:url(#default#VML);}
.shape {behavior:url(#default#VML);}

Due eserciti di demoni si sono combattuti per secoli, entrambi votati unicamente alla conquista. Se un esercito fosse stato sconfitto, l’altro sarebbe stato libero di liberare la sua furia sulla terra. Un giovane mago di nome Khelban riuscì nell’impresa di imprigionare i due generali demoniaci all’interno di una gemma magica, la Bloodstone. Per anni questi esseri malvagi sono stati prigionieri, finché 3 avventurieri - un guerriero, un mago e una ladra - involontariamente hanno liberato i demoni dai loro tormenti…

Quello che avete appena letto, è l’incipit della trama di Demon Stone, titolo prodotto da Atari, uscito in autunno su PS2 e che in primavera anche su PC ed XBOX, che si rifa all’universo fantasy di Dungeons & Dragons (per la precisione la storia è stata scritta da R.A. Salvatore, uno dei più conosciuti narratori delle vicende dei Forgotten Realms, autore della trilogia di Icewind Dale, Dark Elf e Demon Wars, e conosciuto come creatore del popolarissimo e amatissimo personaggio di Drizzt Do’Urden) . Ma le citazioni ed i nomi importanti non sono finiti qua visto che i programmatori di DS sono gli Stormfront Studios, autori del gioco de Il Signore Degli Anelli “Le Due Torri” e quindi era lecito aspettarsi nuovamente la combinazione action – fantasy ed uno stile mooooolto cinematografico. Ma andiamo con ordine…


In Demon Stone il giocatore sarà alla guida di tre differenti personaggi (di cui nel corso del gioco ci affezioneremo visto che non manca una certa introspezione durante lo svolgimento della trama): Rhannek, guerriero afflitto dalla distruzione del suo villaggio, Illius, uno stregone in una famiglia di guerrieri e Zhai, una ladra con una natura non troppo precisa… Ognuno di loro possiede naturalmente delle caratteristiche differenti, che verranno utilizzate in alcuni momenti specifici per affrontare determinati ostacoli, ma saranno comunque tutti e tre sul campo di battaglia a combattere insieme. La novità più rilevante, è che con una semplice pressione di un tasto del joypad, il giocatore potrà in qualsiasi momento cambiare il personaggio da guidare, in modo da poter scegliere sempre la strategia di approccio al gioco che riterrà più opportuna o più divertente, oltre a poter disporre di alcuni attacchi combinati che si riveleranno in alcuni momenti indispensabili. Si potrà quindi decidere che per affrontare un certo nemico sia meglio attaccare a “spron battutto” con il forte Guerriero, oppure combattere con il Mago sferrando dalle seconde linee possenti attacchi magici. Oppure ancora sfruttare l’agilità della Ladra e la sua abilità nel diventare invisibile nell’ombra (e ci poteva mancare un po’ di stealth? Oramai è peggio del prezzemolo…), potendo poi attaccare alle spalle i nemici praticamente inermi. Il design dei livelli è decisamente eccellente riuscendo a trovare sempre qualche piccola variazione sul tema in grado di non fare cadere mai il gioco nella monotonia. E non mancano poi gli epici momenti in cui bisognerà premere i pulsanti in modo così veloce da farvi sudare (ed emozionare) in modo spregiudicato…


Ma dove Demon Stone dà veramente il massimo è nella componente tecnico-estetica. E’ senza ombra di dubbio uno dei titoli che ha spinto verso i suoi limiti la Playstation 2 ma anche su PC fa un’ottimissima figura visto che è stato ottimizzato in modo adeguato ed è ricco degli elementi positivi della versione PS2 ovvero la presenza di un’infinità di personaggi su schermo (e pure animati bene), delle ambientazioni incredibilmente dettagliate ed amplissime. Ed il bello che questo splendore non si paga affatto in termini di aliasing (dovrete usare la lente di ingrandimento per trovarlo) e neppure in termini di frame rate, inchiodato a 30 fps sempre e comunque. E come non parlare poi degli effetti luce semplicemente travolgenti, i dragoni così grandi da fare spavento ed un dettaglio elevatissimo sui volti dei tre protagonisti? Fatevi una cortesia: se non credete alle mie parole cercate di vederlo dal vivo perché immagini e filmati non sono sufficienti a riprodurre il livello sublime raggiunto dal gioco anche in termini di regia cinematografica. Altre lodi ed inchini per il lato sonoro: l’epica della colonna sonora era fuori discussione ma i motivi presenti in DS sono ben al di sopra della media arrivando a picchi elevatissimi di qualità. Lo stesso si può dire per la localizzazione (completa) in italiano che vanta delle ottime interpretazioni da parte di tutti. Non ci sono nomi noti come nella versione inglese (che comunque potrete ascoltare se vorrete) in cui il mago Khelban “Blackstaff” Arunsum e Drizzt Do’Urden, sono rispettivamente doppiati dagli attori americani Patrick Stewart (Star Trek e i due X-Men) e Michael Clarke Duncan (Il Miglio Verde e Daredevil) ma anche gli interpreti nostrani hanno fatto decisamente un buon lavoro!

L’unica nota non eccellente di Demon Stone? Indubbiamente la longevità (e forse lo sapevate già se avevate spulciato i voti…): 6/7 ore per concluderlo sono un po’ pochine anche per un genere in cui i titoli non durano poi molti ma comunque siamo decisamente un po’ sotto lo standard. Se poi pensiamo che a livello normal, il gioco tranne in un punto, è decisamente facile, se ve lo volete far durare maggiormente il consiglio è di giocarlo direttamente a livello hard. Gli extra presenti (bozzetti grafici, file audio e video) sono certamente una gradita presenza ma non sono sufficienti a mantenere anche questo parametro su di un livello di eccellenza. Di certo se ci fosse stata la possibilità di giocarlo anche in due, in molti avrebbero gradito…
Vi segnalo in conclusione che i requisiti hardware minimi per giocare a Demon Stone sono fissati a 1 giga per il processore, 256 mega di ram, 64 di memoria video e 2.8 giga di spazio libero su hard disk. Sul PC con cui è stato testato il gioco (1,4 giga di processore, 512 mega di ram e 128 di memoria video), il gioco non presentava problemi di sorta.






















I NOSTRI VOTI


CONCLUDENDO…


GLAMOUR


9.9


Tecnicamente eccelso con una regia ed una narrazione degna del miglior film fantasy (chiaramente il Signore Degli Anelli), un level design assolutamente sublime capace di trovare sempre riuscite variazioni sul tema per non far mai risultare il gioco noioso, una introspezione dei personaggi sufficiente a farci entrare in totale empatia con loro. Nonostante quindi una durata leggermente al di sotto della media in riferimento al genere di appartenenza e una sequenza finale non troppo soddisfacente (anche se purtroppo sta diventando una costante negli ultimi tempi) abbiamo deciso di far entrare Demon Stone in versione PC fra gli Imperdibili di superEva Games a differenza di quella PS2 che si era fermata ad un votazione di 9.4. La differenza fra i due giochi viene data due elementi esterni ma importanti: uno è il prezzo visto che su PC il gioco viene commercializzato a soli 29.90 € e l’altro è la mancanza quasi totale di titoli simili su Personal Computer. Per queste due ragioni, se amate il fantasy e gli action, reputiamo che Demon Stone sia decisamente imperdibile!


TECNICA


9.8


GAMEPLAY


9.4


LONGEVITA


7.0


TOTALE


9.5








SUPEREVA PC GAMES POWERED BY



Il miglior hardware per potenziare il tuo Pc: www.bow.it


Le categorie della guida