Questo sito contribuisce alla audience di

Intervista al doppiatore Simone D'Andrea

Lui è la voce della trasmissione "La Macchina Del Tempo", ma anche di grandi attori come Collin Farrell, di tantissimi personaggi dei cartoons, dei telefim e perfino cantante per la sigla di Lupin. Ed ora lo intervistiamo dopo che ha prestato la sua voce al protagonista di Nibiru, Martin Holan!

superEva: Ciao Simone! Cominciamo subito l’intervista con una domanda su Nibiru: vuoi parlarci del suo protagonista a cui hai prestato la tua voce? Che tipo è?
Simone: Beh devo dire che il protagonista di Nibiru, Martin Holan, è il tipico personaggio che è un piacere poter doppiare, in quanto pieno di sfumature… un tipo che si adatta alle diverse circostanze… “cazzuto” quando serve, ironico, sfacciato, intraprendente e tanto altro ancora…

superEva: Quali sono le maggiori differenze tra il doppiare un film, un cartoon (abbiamo letto che nei hai doppiati molti…) e un videogioco?
Simone: Secondo me cartone e videogioco sono sullo stesso piano, nel senso che la ricerca del personaggio ha molte meno restrizioni, lascia più spazio al doppiatore, alla sua sensibilità e fantasia; per quanto riguarda i film o comunque il doppiaggio di un attore, la difficoltà non dico che sia maggiore ma di sicuro ha il suo fascino, riuscire a recitare esattamente una scena cogliendo tutte le sfumature e gli stati d’animo dell’attore a cui si presta la voce resta una delle soddisfazioni più grandi…

superEva: Ma a proposito… ma tu sei un videogiocatore?
Simone: Ammetto che una volta avevo molto più tempo per giocare…

superEva: Perchè secondo te, nella maggior parte delle volte, il doppiaggio di un videogioco non è all’altezza di quella di un film?
Simone: Probabilmente è solo una questione di tempi di lavorazione, quindi di budget… e certamente è dovuto alla mancanza di un buon direttore di doppiaggio…

superEva: Sinceramente reputo che il lavoro svolto dai doppiattori sia di assoluta rilevanza ma non venga valorizzato sufficientemente almeno nel nostro paese. Tu cosa ne pensi?
Simone: No comment ovviamente… (tirerei l’acqua al mio mulino)

superEva: Simone, quali sono i doppiaggi di cui vai più fiero?
Simone: Non c’è un doppiaggio in particolare, ogni volta che sono davanti a un microfono cerco di metterci il cuore… giudicate voi…

superEva: Una domanda “gossippara”. Qualche settimana fa abbiamo intervistato Luca Ward ed abbiamo notato nelle vostre bio che entrambi vi siete sposati con due doppiatrici. Si crea veramente un feeling giusto nelle vostre lavorazioni? :-)
Simone: Avrei sposato mia moglie anche se non avesse fatto la doppiatrice!!! E’ comunque stimolante lavorare insieme…

superEva: Vuoi infine salutare i lettori di superEva?
Simone: Ringrazio te per questa breve intervista e abbraccio tutti i lettori appassionati o semplicemente incuriositi da questo mestiere… un mestiere che mi ha stregato!

Le categorie della guida