Questo sito contribuisce alla audience di

Football Manager 2006

Il Re dei Manageriali di calcio è tornato e rasenta praticamente la perfezione per tutti coloro che vogliono emulare le gesta di Capello o vogliono fermare la Juve in fuga visto che sul campo sembra proprio difficile da fare...









































Prima di cominciare con la review vera e propria, ai più distratti racconto in breve la storia di Football Manager. La serie prodotta da Sega, giunta al secondo episodio, è l’opera di Sports Interactive Games, il gruppo di programmatori che ha creato e portato avanti la serie più venduta ed apprezzata da critica e pubblico nel campo dei manageriali di calcio: Championship Manager, ribattezzato in Italia con il nome di Scudetto. Dopo la separazione con Eidos, il team non ha potuto mantenere il nome del brand ma senza ombra di dubbio l’erede più “legittimo” della serie è proprio FM. Avviciniamoci quindi al titolo con il dovuto rispetto per un titolo che ha dalla sua un grandissimo blasone e già un primo episodio di ottima fattura.



Per quei soliti 4 lettori vissuti in un altro mondo negli ultimi 10 anni ricordo che Football Manager 2006 vi vede nei panni di Allenatore – Manager all’inglese (o più o meno come i Mancini-Capello in Italia): dovrete quindi pensare alle tattiche, al calcio mercato, ad il rapporto con la stampa e allo “spogliatoio” ma dovrete anche fare i conti con il bilancio e le richieste di tifosi e dirigenza. Insomma: se siamo 57 milioni di commisari tecnici, si capisce il grandissimo successo di questo gioco in Italia non vi sembra?


Nella nuova versione Sports Interactive ha cercato se possibile di migliorare alcuni aspetti di un prodotto già insuperabile, puntando sul perfezionamento certosino d’ogni aspetto del gioco, attraverso un profondo miglioramento nell’interazione con i media e nella gestione delle partite. Il sistema d’allenamento è stato completamente rinnovato e risulta estremamente realistico ed anche molto più semplificato, documentando allenamento dopo allenamento i progressi dei giocatori, inoltre a metà partita sarà possibile interagire con la propria squadra cambiando in corsa la strategia come se si fosse realmente all’interno dello spogliatoio, cercando di tenere alto il morale dei calciatori.



Per la prima volta gli allenatori virtuali potranno discutere il proprio contratto con il consiglio d’amministrazione, e decideranno anche il budget da destinare ai trasferimenti, rischiando così in prima persona se i risultati non dovessero essere soddisfacenti. Per gli amanti delle statistiche e per tutti quelli che non vorranno lasciare nulla d’intentato per aggiudicarsi il match, saranno disponibili migliaia di dati, dall’uomo del match, al dettaglio delle ammonizioni comminate dall’arbitro nella precedente partita, a tanto altro ancora! L’indiscutibile supremazia del prodotto si conferma tale grazie al data-base, strumento fondamentale per ogni videogioco manageriale, grazie all’esperienza decennale della Sports Interactive che comprende migliaia di squadre da gestire e decine e decine di divisioni, per dare la possibilità al videogiocatore di cimentarsi con le principali competizioni dei cinque continenti.


Le posizioni in campo dei giocatori sono indicate diversamente per mostrare al meglio gli schieramenti e le alternative in campo, e rendere il momento della partita uno dei più emozionanti in assoluto. L’allenatore potrà interagire con la propria squadra cambiando in corsa il modulo, decidendo di passare ad un 4-2-3-1 più offensivo per passare in vantaggio, o ad un più coperto 4-4-1-1 per gestire al meglio il risultato, naturalmente in ogni istante del match, potrà decidere di apportare delle sostituzioni. Football Manager 2006 fa davvero gridare al gol !



Vi segnalo in conclusione che i requisiti hardware minimi per giocare a Football Manager 2006 sono fissati a 600 mega per il processore, 256 mega di ram, e 650 mega di spazio libero su hard disk. I consigliati salgono a 1.8 giga per il processore.











I NOSTRI VOTI


CONCLUDENDO…

Le categorie della guida