Questo sito contribuisce alla audience di

Call of Duty 2

Il Capolavoro di Activision arriva anche su XBOX 360 ed incredibilmente sulla nuova console Microsoft è ancora più spettacolare ed immersivo. Assolutamente da non perdere!!!

































Siete Videogiocatori e non avete mai giocato alla serie di Call of Duty? Male, molto ma molto male! Perché CoD ed ancora di più questo seguito che vi andiamo qui a presentare non sono solo giochi tecnicamente splendidi, divertenti ed appassionanti ma anche, se usati bene, potrebbero essere un validissimo strumento di pace. Stupiti? Sorpresi? Mi spiego meglio: mai come era accaduto prima, un prodotto culturale (che non equivale esclusivamente a libri noiosi e/o film dai ritmi lenti) aveva rappresentato così verosimilmente cosa significhi essere in guerra. Qui non ci sono eroi e poteri speciali. Non ci sono neppure commandos ultra addestrati capaci di abbattere centinaia di avversari. Ci sono eserciti che si fronteggiano e noi impersoneremo tre soldati “semplici” (questa volta cominceremo con il russo, per poi passare all’inglese e finire con l’americano ) intenti con i loro commilitoni a centrare gli obbiettivi ma soprattutto a sopravvivere.



Torniamo all’inizio. Call of Duty 2 è uno strumento di pace perché odierete la guerra (quella vera) dopo averci giocato. Il totale kaos che si respira a pieni polmoni nelle battaglie, dove gli spari possono arrivare da qualsiasi direzione, gli attacchi di mortaio sparati da una delle due parti in campo possono colpire anche le truppe amiche, l’assordante rumore di aerei, carro armati, esplosioni, raffiche di mitragliatrice vi faranno desiderare di essere il più lontani possibile da una situazione del genere. Una situazione che non si dovrebbe augurare neppure al peggior nemico, un qualcosa di impensabile per noi che viviamo tranquillamente la nostra vita. Se pur la trama non risulti piuttosto sviluppata (e i programmatori di Infinity Ward mettono l’unica e lunghissima splendida cut scene solo alla fine del gioco), è la parte interattiva stessa che in sé risulta avere elementi di narrazione, emozioni, pathos, climax come pochi, pochissimi titoli hanno mai avuto. Non c’è niente di assolutamente paragonabile da questo punto di vista a CoD 2, che riuscirà a farvi provare delle emozioni assolutamente inedite. Neppure Medal of Honor (realizzato dagli stessi programmatori di CoD) arrivava a questi picchi e neppure il primo episodio dello stesso Call of Duty. Non c’è nessuna controindicazione: dovete assolutamente provarlo!



Altro “sciame” di complimenti per la parte audiovisiva che su XBOX360 ci ha letteralmente impressionato visto che risulta nettamente migliore alla già meravigliosa versione PC: la cura con cui sono stati realizzati i soldati è clamorosa, così come quella per i background ultra immersivi, gli effetti meteo (la neve fa venir freddo) e quelli speciali (il fumo delle granate vi provocherà la raucedine da quanto è realistico!). Il motore grafico poi gestisce tutto questo senza alcun problea di fluidità neppure nelle situazioni più caotiche con un frame rate decisamente migliorato rispetto alla controparte PC. L’unico limite di COD 2 riguarda l’interazione con l’ambiente: ad esempio è veramente brutto non vedere rompersi il vetro di una finestra se gli spariamo contro. Si tratta di particolari e quindi non possiamo di certo penalizzare un capolavoro del genere solo per questo e …Ed il sonoro? Chi potrebbe mai parlare male del sonoro di Call of Duty 2? Se Cod 2 ha questo immenso valore empatico è proprio grazie a quello che il nostro apparato uditivo dovrà decodificare. Assolutamente consigliato un impianto 5.1 adeguato, un volume consistente e sarete trafitti da tutto quello che sentirete. Vi consiglio solo qualche breve pausa perché dopo due ore di gioco ininterrotto era veramente stordito… forse avevo un po’ esagerato con i bassi… Infine, nota sulla localizzazione totale in italiano: siamo a livelli veramente eccellenti e decisamente migliori del primo episodio.



Longevità: la campagna in singolo dura intorno alle 12-14 ore, un tempo decisamente più elevato rispetto al primo episodio. Vorrei poi farvi presente che CoD 2 è uno di quei pochi titoli che sicuramente vorrete rigiocare perché ha un drammatico appeal con cui vi vorrete riconfrontare più di una volta e questo è già un grandissimo punto a suo favore. Inoltre non manca una corposissima parte multiplayer in cui gli utenti di XBOX Live o 4 giocatori su una stessa console (fino a 16 con system link) potranno confrontarsi nelle modalità più classiche come i deathmatch singoli e a squadre ed il capture the the flag.











I NOSTRI VOTI


CONCLUDENDO…

Le categorie della guida