Questo sito contribuisce alla audience di

Perfect Dark Zero

Una Joanna Dark cyberpunk pronta a tutto per fermare una corporazione senza scrupoli che ha come obbiettivo il potere assoluto su questa terra. E' lei la protagonista di Perfect Dark Zero, uno dei titoli in esclusiva di Rare per XBOX 360 che andiamo subito a scoprire!





































Certamente l’avventura di Rare sul primo XBOX non è stata fra le più esaltanti. Sulla prima console di casa Microsoft il team di programmatori ha realizzato solo due titoli e sia Grapped By The Ghoulies che Conker: Live & Reload non hanno ottenuto proprio dei successi strepitosi. Probabilmente però la ragione è da ascriversi al fatto che il team era già stato dirottato da tempo sulla nuova XBOX 360 su cui già al momento del lancio, hanno realizzato due titoli. Uno di questi è Perfect Dark Zero, prequel (a livello cronologico), di uno degli FPS di maggior successo per Nintendo 64 e che andiamo subito a scoprire nella nostra recensione…



Ambientato nel 2020 - alcuni anni prima del precedente episodio – Perfect Dark Zero narra la storia originale della leggendaria Joanna Dark, agente perfetto nonché arma micidiale alle prese con una mastodontica multinazionale che dietro gli affari puliti, nasconde obbiettivi criminali nonchè la volontà di potenza comune a tutti i cattivi di ogni storia: la conquista dell’intero mondo. In un viaggio senza sosta che la porterà in continenti diversi, la sensuale Joanna dovrà vedersela con tanti “fetenti” di ogni sorta e fermare la ricerca del santo graal che renderebbe pressocchè invincibili i loschi figuri a capo della multinazionale.



Per quanto riguarda il gameplay, Perfect Dark Zero è un tipico esponente degli FPS più immediati con un bel mucchio di armi di vario genere ed anche tanti marchingegni con cui scassinare serrature ed altro. I programmatori di Rare hanno anche pensato di dare una dimensione stealth al titolo ma in realtà sotto questo punto di vista il gioco non decolla del tutto visto che tanto, prima o poi, la classica “fraggata” contro i cattivi di turno dovrà arrivare e provare i sotterfugi per arrivare all’obiettivo si rivelerà comunque una tattica temporanea. Non siamo rimasti neppure troppo convinti dall’intelligenza artificiale degli avversari che ci prenderanno in castagna solo ed esclusivamente grazie a mostruose superiorità numeriche.



Sotto il profilo audiovisivo, le cose sono andate in modo alterno. Dalla parte dei pregi abbiamo degli effetti luce sconvolgenti, delle situazioni così intense e pieni di elementi in movimenti da togliere il fiato, cose che ci potevamo solo sognare fino all’uscita di XBOX360. D’altra parte però non possiamo chiudere gli occhi di fronte ad alcuni (non pochi) elementi contraddistinti da un design piuttosto rudimentale, alcuni cali piuttosto vistosi nel frame rate ed anche alcuni bug di vario genere sono cose ci cui indubbiamente avremmo volentieri fatto a meno. Inchini e lodi invece per la colonna sonora musicale: difficilmente abbiamo sentito qualcosa di più bello sotto il profilo musicale all’interno di un videogame! Niente themes di band famosi, ma una inedita raccolta di brani perfetti per l’azione su schermo. Riguardo invece i dialoghi, la versione da noi testata era in inglese, mentre quella che troverete nei negozi è in italiano ma riguardo la qualità del doppiaggio non sappiamo dirvi… Sorry!


Riguardo infine la longevità, il gioco si completa all’incirca in 10, massimo 12 ore, tempo leggermente inferiore allo standard del genere di riferimento. A garantire comunque una maggiore permanenza del gioco all’interno della vostra XBOX 360, ci pensa il multiplayer on & off line: in compagnia di un amico sulla stessa console potrete sfidarvi o giocare le missioni in modalità cooperativa, cosa possibile anche tramite il collegamento su XBOX Live. On line potrete anche divertirvi in compagnia di altri 31 giocatori in gigantesche sessioni multiplayer!



























I NOSTRI VOTI


CONCLUDENDO…


GLAMOUR


8.5


La prima opera (insieme a Kameo) di Rare per XBOX 360 convince ma non del tutto. Perfect Dark Zero è un buon FPS immediato e frenetico che però pecca di ingenuità nella componente stealth (quasi del tutto inutile) e per una intelligenza artificiale capace di prenderci in castagna solo per una mostruosa superiorità numerica. D’altra parte però, in PD0 possiamo avere un’idea di cosa signfichi la next generation per gli shooters in prima persona se per qualche macchia anche nel comparto tecnico non manchi. Un titolo quindi con molti alti e bassi che conosce i suoi picchi qualitativi nella colonna sonora (una delle migliori di sempre) e nella corposa componente multiplayer on & off line, cooperativa e competitiva… Insomma, veramente per tutti i gusti!


TECNICA


8.9


GAMEPLAY


7.5


LONGEVITA


8.5


TOTALE


8.4



Le categorie della guida