Questo sito contribuisce alla audience di

Tony Hawk's American Wasteland

Il re degli skate games è tornato in versione next generation su XBOX 360. Questa volta lo sfondo alle nostre peripezie è Los Angeles e se vorremo potremo volare anche con le BMX questa volta!

































Sapete qual è una sfida veramente difficile? Superare sé stessi. Si, perché Tony Hawk può solo autosfidarsi visto che nessuno in questi anni ha mai messo in discussione la sua leadership incontrastata nel campo dei giochi dedicati allo skating. Di nuova edizione in nuova edizione, i programmatori di Neversoft hanno sempre apportato quell’insieme di innovazioni per rendere l’acquisto decisamente interessante. Ma, come al solito, procediamo con ordine e scopriamo American Wasteland su XBOX 360…



Dopo una introduzione decisamente esilarante, arriviamo in pompa magna al menù principale. E qui siamo letteralmente sopraffatti dall’immensa mole delle possibilità di gioco a cominciare da quella principale: In Tony Hawk’s American Wasteland i giocatori potranno vestire i panni di un giovane skater ribelle che cerca di farsi strada a Los Angeles, la mecca dello skateboarding, dalle spiagge di Santa Monica, ai marciapiedi costellati di stelle di Hollywood alle strade urbane di East L.A.. Una volta nella città degli angeli, dovrà dimostrare le proprie abilità nei confronti di Tony Hawk e di altri leggendari skater come Tony Alva e molti altri, il tutto mentre sarà coinvolto nella costruzione dello skate park definitivo. I giocatori potranno personalizzare i personaggi interamente in game mentre esplorano le vaste aree di Los Angeles. Novità assoluta rappresentata dalle BMX con cui potremo fare delle acrobazie spettacolari quanto quelle disponibili con lo skate e da segnalare anche la presenza del co-op per due giocatori nella modalità “classica” e del gioco on line fino ad 8 giocatori su XBOX Live.



Sotto il profilo del gameplay più stretto, il sistema di comando, se la memoria non mi inganna, è rimasto praticamente immutato. I programmatori di Neversoft invece si sono ingegnati per proporci un numero ancora più elevato di acrobazie per allungare la già lunghissima lista di quelle presenti nelle precedenti rendendo ogni partita diversa dalla precedente quando prenderemo pieno possesso di tutte le possibilità. Lo scriviamo senza paura di smentita: nessuno nel campo degli skate games al momento può proporre qualcosa di così completo minimamente paragonabile alla produzione Activision.



Per quanto riguarda l’aspetto tecnico, THAW si caratterizza per delle ambientazioni amplissime e delle belle animazioni. La versione per XBOX 360 si contraddistingue per l’alta risoluzione e per una fluidità costante a 60 fps assolutamente mai messa in discussione. Per il resto siamo di fronte ad un porting praticamente letterale del gioco dalle console “old generation”: questo significa che indubbiamente le specifiche tecniche della nuova console Microsoft sono state minimamente sfruttate. D’altra parte però in questo modo non sono avvenuti tagli nelle modalità di gioco come accaduto per altri titoli sportivi su XBOX 360 uscita al momento del lancio della console. Lodi, lodi, lodi inoltre alla colonna sonora (già eccellente negli altri episodi) che prevede una tracklist immensa che spazia dal punk rock all’Hip Hop passando per tanti altri generi “alternativi”.











I NOSTRI VOTI


CONCLUDENDO…

Le categorie della guida