Questo sito contribuisce alla audience di

NBA 2K7

Dopo averci ipnotizzato su XBOX360, il basket di 2K Sports arriva anche su Playstation 2 ed è di nuovo un piacere fare slam dunk!

































NBA2K7 arriva anche su PS2 con la pesante eredità del suo predecessore, uno dei migliori titoli fino ad oggi uscito sulla pallacanestro e che aveva letteralmente estasiato gli appassionati del parquet visto che il prodotto di 2K Games era riuscito a trasportare “THE GAME” in modo clamorosamente sopraffino. Ma adesso pompiamo le nostre scarpe, tiriamo su i calzini e corriamo a conoscere la nuova incarnazione su Playstation 2 e scoprire se NBA2K7 è riuscito a confermare il prestigio di una serie nata alcuni fa su Sega Dreamcast… Slam Dunk!



Dopo una rapidissima introduzione arriviamo al menù principale di gioco dove ci attendono una vagonata di possibilità di gioco. Oltre a quelle più classiche (esibizione, play off, season, ed una carriera sempre più impegnativa, comunque differente rispetto alla versione XBOX360) potremo anche provare l’ebbrezza del basket on the road e scegliere il campo dove esibirci ed il numero di partecipanti (da 2 a 5 giocatori per squadra). Ampliata ancora di più la modalità che prevede una gestione totale della squadra in ogni aspetto (dentro e fuori dal campo) e dei vari extra che faranno bella mostra di sè in una sorta di “club”. Corposa anche la componente on line disponibile anche per noi Europei e tutta la componente dell’editor per creare il nostro alter ego personalizzato. I team presenti nel gioco sono quelli del roster della NBA 2007 oltre ai dream team delle varie divisioni geografiche e a quelli dei decenni passati. E poi, è arrivato il momento di provare il parquet dei Lakers (o di un’altra arena a vostra scelta)…



NBA 2K7 è nettamente LA simulazione di basket che avreste sempre voluto ma non avevate mai osato chiedere! Siamo di fronte ad una signora simulazione che ci permette veramente, una volta entrati nei meccanismi predisposti dai programmatori, di vivere l’intensità e l’agonismo di una partita dell’NBA. I tempi ed i contrasti sono esattamente quelli di una partita vera, le accelerazioni sono si possibili ma non vedremo Speedy Gonzales (a meno che di settare la velocità di gioco in modo “irreale”) in un campo da basket e quando saremo il possesso della palla, premendo semplicemente il triangolo sul nostro joypad, avremo la possibilità di scegliere qualsiasi nostro compagno per passare la palla rendendo le possibilità di costruzione dell’azione identiche alla realtà. Tutto è stato ben equilibrato: ad esempio potremo lanciarci in clamorosi “crossover” ma in queste situazioni sarà più semplice per i nostri avversari rubarci la palla. Ottima anche l’influenza nelle percentuali di realizzazione sia delle abilità dei nostri giocatori che delle loro altezze. Un vero gioiello simulativo ma assolutamente fruibile da tutti questo NBA 2K7 che potrete gustare fino a 2 giocatori contemporaneamente anche con una sola console.



Per quanto riguarda infine l’aspetto tecnico, certamente dopo aver visto la versione XBOX360 si fa fatica a “scendere” alla generazione di console della Playstation 2 ma i programmatori di Visual Concepts hanno fatto le cose bene anche qui. In primis, oltre ad un dettaglio visivo generale buono, NBA 2K7 ha il “Signature Style”, una serie di animazioni personalizzate che contraddistingueranno le varie superstar e le faranno somigliare ancora maggiormente alle loro controparti reali. Il titolo, oltre a non presentare alcuna forma di rallentamento è arricchito da un buon replay (se pur quelli di XBOX360 siano veramente di un altro pianeta). Come per tutti i giochi NBA, commento completamente “Made in USA” ma, tenderò a ripetermi, per un gioco della NBA mi sembra la soluzione più consona. Ottima anche la gestione delle telecamere, editabili e visibili in tempo reale. La parte musicale è invece composta da brani più o meno noti dell’universo Hip-Hop (non poteva essere altrimenti). Anche in questo caso, tutto funziona alla perfezione!











I NOSTRI VOTI


CONCLUDENDO…

Le categorie della guida