Questo sito contribuisce alla audience di

Intervista Esclusiva con Federico Poggipollini

Chitarrista dei Litfiba ai tempi di El Diablo, oggi è il "braccio destro" di Ligabue ma anche un ottimo solista. Capitan Fede è anche il testimonial ufficiale del cult game Guitar Hero 2. Di questo e molto altro abbiamo avuto il piacere di parlare con lui e questa è la nostra intervista esclusiva!

Ciao Federico, intanto ti ringrazio per la disponibilità! Partiamo subito da Guitar Hero 2 di cui sei diventato testimonial per l’Italia. Come valuti questa esperienza e soprattutto come consideri questo gioco? E’ GUITAR HERO che ha conquistato te o sei tu che hai conquistato lui?
Grazie a voi! Penso che GUITAR HERO II sia un gioco divertente e che stimoli il desiderio di approfondire il rock and roll. Non mi era mai capitato prima di essere un testimonial, e’ successo casualmente ed in un modo molto sincero e naturale. Sono rimasto immediatamente affascinato dal gioco e dalla sua lista di canzoni e cosi ci siamo conquistati a vicenda.

Qualcuno dice che “quelli che amano Guitar Hero son quelli che hanno sempre voluto imparare a suonare ma non ci sono mai riusciti”. Io credo invece che sia l’esatto inverso: proprio chi suona la chitarra (anche il sottoscritto si può annoverare fra i guitar players…) apprezza maggiormente il videogame. Che ne pensi?
Penso che un musicista sia sicuramente agevolato ma che le persone che hanno sempre voluto suonare la chitarra o il basso siano ancora piu’ attratti da questo gioco perché davvero la sensazione di immedesimazione nella parte è fortissima e reale

Se dovessi scegliere una canzone tua o di un progetto (Ligabue, Litfiba etc.) a cui hai partecipato, quale sceglieresti da inserire in Guitar Hero?
Dei Litfiba “Gioconda“; di Libague, “Tra Palco e realtà”; del mio repertorio “Uscire fuori”

Risposta sincera: come te la cavi con Guitar Hero? La tua classe chitarisstica ti aiuta a stracciare tutti gli avversari? :-) 
Me la cavo abbastanza bene .. nel giro delle mie amicizie o delle persone con cui collaboro lavoro ecc. non c’è ancora nessuno che mi batta ma in questo momento sono veramente molto impegnato e sono quindi spesso fuori casa, dove invece ho due chitarre sempre pronte.

Hai collaborato con tantissimi personaggi della scena rock (e non solo…) italiana. Per riuscire ad avere un feeling con tante persone fra loro così diverse credo che non sia sufficiente avere le tue riconosciute grandi doti musicali ma anche un buon carattere e tanta “apertura mentale”… mi sbaglio? :-)
Credo che la tua domanda sia assolutamente corretta: e’ necessario e fondamentale riuscire ad entrare nelle mente delle persone e degli artisti con cui si collabora per poter trovare la giusta sintonia che consente poi di ottimizzare al meglio le canzoni.

Oltre ad averti apprezzato per molti lavori in studio, ho avuto di il piacere di vederti dal vivo sia ai tempi dei Litfiba nell’El Diablo Tour (quando tutti e due eravamo molto più giovani :-D) che più recentemente con il Liga nella penultima tourneé. Due modi di concepire il rock molto diversi, entrambi molto energici, ma con sonorità e scelte stilistiche molto diverse. E’ stato facile per te, entrare in situazioni artistiche così differenti fra loro soprattutto in ottica live?
Devo dire che nel complesso, con entrambe le band e’ stato semplice perchè era un suono che conoscevo bene; con il liga sono riuscito fin da subito a interagire e a caratterizzare il sound con il mio modo di suonare. Con i Litfiba è stato un pochino più difficile perché il mio ruolo era principalmente quello di un esecutore .. parliamo di un meccanismo completamente diverso che richiede quindi una diversa fase di adattamento e di integrazione artistica

E in tutti questi progetti a cui hai partecipato, sei riuscito nel frattempo a portare avanti anche la tua carriera solista con grande successo. Confessalo: ai tempi di El Diablo hai fatto un patto con il diavolo! :-). Altrimenti qual’è il segreto per realizzare tutto quello che hai fatto?
Ad essere sincero, non mi sembra di avere fatto ancora niente … nella musica non ci si accontenta mai ed io in particolare ho sempre voglia di scoprire cose nuove e intraprendere nuovi percorsi  con l’entusiasmo di un bambino! Quanto al patto con il diavolo, lo ammetto .. mi hai scoperto :-)

Qual’è il tuo rapporto con la tua città, Bologna, anche sotto il profilo artistico-musicale?
Amo Bologna perché è una inesauribile fonte di stimoli. E’ una città piena di musicisti con i quali ti puoi confrontare continuamente.

Se dovessi citare le tue principali fonti di ispirazione musicale e non… chi citeresti? :-)
Clash, The Beatles, Jimi Hendrix.

Ti ho già rubato troppo tempo! Grazie ancora per la disponibilità e vuoi salutare tutti i lettori di Dada.Net Console & PC Games e spiegargli come diventare dei veri Guitar Heroes come te? :-)
Un saluto a tutti i lettori di Dada .. quanto al mio consiglio, ascoltate il brano per piu’ di due volte e poi lasciatevi prendere dal rock’and roll .. in men che non si dica diventerete dei GUITAR HEROES :-)

Le categorie della guida