Questo sito contribuisce alla audience di

Thrillville Fuori dai Binari

Thrillville Fuori dai Binari permette a tutti i giocatori di tuffarsi nell’esperienza di creare e gestire il proprio parco di divertimenti, ma non solo. Aggiunge anche la possibilità di stringere relazioni sociali, di divertirsi con dozzine party games da giocare con gli amici e...

































Guarda il Trailer di Thrillville Fuori dai Binari

Sviluppato dai programmatori di Frontier Developments, Thrillville Fuori dai Binari permette a tutti i giocatori di tuffarsi nell’esperienza di creare e gestire il proprio parco di divertimenti, ma non solo. Aggiunge anche la possibilità di stringere relazioni sociali, di divertirsi con dozzine party games da giocare con gli amici e profondità di simulazione. Thrillville è infatti il primo videogame che prende spunto dalla creazione di un parco di divertimenti per permettere al giocatore di vivere in prima persona le attrazioni che ha creato, fornendogli un personaggio virtuale con cui interagire all’interno del parco e spassarsela con le proprie attrazioni.



Thrilville mescola così il tipico gameplay di un gestionale ambientato nel mondo dei luna park con l’interazione sociale in stile Sims ed in parte alle dinamiche proposte dai giochi free roaming visto che ci potremo muovere liberamente nel parco in prima persona e provare direttamente le attrazioni (alcune anche in compagnia di altri amici). Il risultato finale è quindi assolutamente piacevole, forse Thrillville ha solo ecceduto in cose da fare visto che veramente non dà un attimo di scampo al giocatore proponendogli sempre interazioni diverse da compiere e obbiettivi da realizzare.



Le novità principali di “Fuori dai Binari”, rispetto al prequel uscito su PSP e PS2, risiedono nei nuovi e divertenti minigiochi presenti che spaziano dai platform ai racing e tutti con un sapore “anni ‘80″, vari nuovi pezzi ed attrazioni a disposizione ed il supporto on line (per questa versione XBOX360) per lo scambio di montagne russe ed altri elementi. Un vero peccato però che non si possa giocare in multiplayer tramite XBOX Live relegando tale esperienza all’off line.



Per quanto riguarda infine la realizzazione tecnica, è piuttosto evidente che il titolo è un prodotto multipiattaforma, pensato anche per console “old generation” e portatili. Non aspettatevi quindi un titolo capace di spremere al massimo la GPU di XBOX360 ma Thrillvill offre comunque con ambienti interattivi al massimo, una discreta realizzazione dei personaggi (controllabili e non) e qualche struttura monumentale. Da segnalare la piacevole colonna sonora e la localizzazione in italiano convincente.











I NOSTRI VOTI


CONCLUDENDO…

Le categorie della guida