Questo sito contribuisce alla audience di

Carletto Mazzone testimonial di "Il Mio Coach"

Mazzone testimonial di uno spot di un videogioco diventa fenomeno su Internet. “Aho’ Carle” gridato dal veterano degli allenatori italiani sta generando, grazie al passaparola della rete, il vero tormentone dell’estate

Mazzone testimonial di uno spot di un videogioco diventa fenomeno su Internet. “Aho’ Carle” gridato dal veterano degli allenatori italiani sta generando, grazie al passaparola della rete, il vero tormentone dell’estate 2008. Ovunque, dalle spiagge ai locali infatti i ragazzi, e non solo, si rincorrono intonando il mitico urlo di Mister Mazzone. Ma la cosa che colpisce e’ anche il ruolo che “Sor Magara” e’ chiamato a coprire nello spot. Il Mister infatti torna in panchina per salvare l’italiano e soprattutto per allenare gli italiani con l’ausilio di un videogioco nella conoscenza della lingua di Dante.

Il gioco in oggetto si chiama infatti “Il Mio Coach – Arricchisco il mio vocabolario”, ed e’ stato creato dal colosso del digital entertainment Ubisoft per migliorare il proprio lessico e la propria capacita’ dialettica. In pochissimi giorni dall’arrivo dello spot su Internet, il grido “Mazzoniano” ha generato un tam tam a tutti gli effetti: “Aho’ Carle’, Mazzone 1 Italiano 0 ”.

Vista l’entita’ del fenomeno e la velocita’ con cui si e’ diffuso, il claim/tormentone con cui Mister Mazzone conclude gli spot, sicuramente si candida a diventare uno dei protagonisti dei cori ultra’ nel prossimo campionato di calcio. Il grido di Carletto infatti viene scambiato tramite e-mail e c’e’ chi ha generato gia’ anche suonerie per il proprio telefonino. Una cosa inaspettata anche per la stessa Ubisoft per un videogioco che si propone l’obiettivo di educare all’Italiano.

E la rete e’ gia’ invasa dagli spot in cui l’intramontabile Carletto Mazzone si mette alla prova con il videogioco e con il suo italiano, oltre a spronare delle splendide giocatrici ad allenarsi duramente per migliorare il proprio lessico e la padronanza della lingua del Bel Paese. Si tratta della versione italiana di una serie che nel Mondo ha venduto in pochi mesi milioni di copie, e che e’ stato realizzato in collaborazione con linguisti ed esperti di importanti universita’. Creato per la console portatile nintendo DS, il gioco, grazie all’ausilio di un simpatico tutor digitale, consente di eseguire una serie di divertenti esercizi che mettono alla prova la conoscenza della lingua, stimolano ad apprendere ed utilizzare nuovi vocaboli ed espressioni, correggono errori e imprecisioni linguistiche e sintattiche. Il tutto in modo divertente, rivolgendosi ai giovani e giovanissimi, ma anche agli adulti.

E negli spot Mister Mazzone torna proprio in panchina per allenare una squadra di ragazze che guarda caso hanno impresso sulla maglia, al posto del nome, alcune parole italiane poco in uso. In uno dei filmati Sor Carletto si complimenta scherzosamente con una delle simpatiche ragazze dicendo: “A Lessico te trovo meglio.. so contento!” In un altro, rivolgendosi ad una delle splendide giocatrici che sulla maglia ha il termine “quiescenza”, le rimprovera ironicamente: “Aho’! Te sempre a batte la fiacca, eh…” - e quando lei gli risponde - “l’allenamento delle parole e’ faticoso”, Mazzone non manca di tirare fuori l’autorevolezza del suo ruolo di allenatore-professore e le dice “Per questo ce sta er coach! Cammina, va’…”. In chiusura degli spot sempre l’ormai noto claim/tormentone: “Aho’ Carle’, Mazzone 1 Italiano 0 ”.

E ad aver fatto diventare questi divertenti filmati un vero e proprio fenomeno, tanto che sono stati immediatamente postati su Youtube e su altri siti dedicati ai video, e’ proprio il contrasto tra il carattere sanguigno dal lessico colorito e dialettale di quello che e’ sicuramente uno degli allenatori piu’ amati di tutti i tempi e la lingua di Dante, che secondo gli esperti si sta di anno in anno “impoverendo”. Basti pensare che la lingua italiana dispone complessivamente di circa 260 mila lemmi, ma gli Italiani mediamente utilizzano solo 7.000 parole: 5.000 del lessico frequente, a cui si aggiungono circa 2300 termini definiti ad “alta disponibilita’”. Ecco allora che il Mister dei record, che nella sua carriera ha allenato 12 diverse squadre, disputando ben 792 gare, e’ sceso in campo per evitare agli italiani la “serie B” della lingua, grazie all’utilizzo del gioco che e’ stato realizzato tenendo conto di tutti i piu’ moderni metodi di apprendimento e che contiene ben 16.500 termini e definizioni tratti dal Dizionario di italiano compatto Zanichelli.

Le categorie della guida