Questo sito contribuisce alla audience di

Bully

Dopo le innumerevoli polemiche alla sua prima uscita su Playstation 2 (con tanto di dichiarazione dell’allora Ministro dell’Istruzione… la Gelmini in questo momento ha altro a cui[...]

Dopo le innumerevoli polemiche alla sua prima uscita su Playstation 2 (con tanto di dichiarazione dell’allora Ministro dell’Istruzione… la Gelmini in questo momento ha altro a cui pensare… per fortuna di Rockstar Games…) arriva anche su Personal Computer Bully. La software house inglese sembra proprio predestinata più o meno volutamente a creare per ogni titolo un gran frastuono mediatico (per giocare a Manhunt 2 abbiamo dovuto aspettare un bel pò…) e con Bully, è quasi riuscita ad andare oltre le polemiche provocate dai vari episodi di Grand Theft Auto. Ma al di là di tanto chiacchiericcio, scopriamo il porting di questo titolo per la console next generation di casa Microsoft…

Bully porta la tradizione “free roaming” di Grand Thef Auto in un nuovo ambiente: il campus scolastico. Nei panni di Jimmy Hopkins, un ragazzo con una storia familiare non proprio “esaltante”, dovremo affrontare bulli, guardiani, professori, organizzare scherzi ed evitare i problemi della Bullworth Academy. Bully è una commedia videludica dissacrante che ha come oggetto la vita scolastica, in modo non molto diverso da quanto visto spesso sul grande schermo, anzi il titolo di Rockstar Games riesce ad essere molto più pungente ed elegante in termini di ironia ed anche satira “sociale”. L’elemento scolastico è presente anche sotto forma di lezioni a cui Jimmy dovrà partecipare, non solo per non incorrere nelle ire del corpo docenti, ma anche per migliorare le proprie abilità, siano esse fisiche, tecniche o dialettiche tramite dei minigames (alcuni esclusivi della versione PC) molto divertenti e vari.

Bully PC

Il riferimento a Grand Theft Auto è assolutamente calzante visto che ci troveremo a dover procedere in una quest principale a cui si accompagnano una serie di missioni secondarie (anche in questo, alcune nuove di zecca realizzate appositamente per PC) e mini giochi che garantiscono una longevità veramente elevata se vi farete prendere dalle dinamiche ludiche semplici ma decisamente efficaci. Come potete immaginare, ci saranno da compiere scazzotate, vari scherzi più o meno pesanti, inseguimenti e quant’altro, in perfetta tradizione Rockstar. E’ doveroso sottolineare come il tasso di violenza presente sia molto basso e sempre accompagnato da una buona dose di ironia. Oltretutto il nostro alter ego digitale si troverà anche a compiere buone azioni e dovrà ottenere la benevolenza di tutti i gruppi che caratterizzano il suo college, ragazze, secchioni e nerd vari compresi. Ludicamente parlando, niente di particolarmente innovativo quindi, ma siamo indubbiamente di fronte ad una delle migliori esperienze free roaming.

Bully PC

Passando infine all’analisi della componente tecnica, ci troviamo a dover elencare alcune luci ma anche alcune ombre. Vari elementi positivi del Bully “originale” sono rimaste: la caratterizzazione estetica di tutti i personaggi, sia nello stile grafico che in fatto di animazioni ed anche le aree di gioco sono piuttosto verosimilmente vive. Purtroppo però l’opera di porting su PC non si può certo considerare ottimale visto che, al di là dell’alta definizione, c’è ben poco altro di nuovo e sono rimasti anche i lunghi caricamenti ed i cali del frame rate. Sicuramente con un pò di sforzo in più si poteva ottenere un risultato più confacente alle potenzialità tecniche di un PC già di fascia media. Nessuna critica invece per il reparto audio: meraviglioso l’accompagnamento sonoro sia in fatto di musiche che per l’ottima interpretazione dei dialoghi (rimasti in inglese ma con i sottotitoli in italiano).

Bully PC

Vi segnalo in conclusione che i requisiti hardware minimi per giocare a Bully sono fissati a 3 giga per il processore, 1 giga di ram, 256 di memoria video e 4.7 giga di spazio libero su hard disk. Sul PC con cui è stato testato il gioco (3.5 giga di processore, 2 giga di ram e 256 di memoria video), il titolo non presentava problemi di sorta al di là dei limiti prima esposti.

IN CONCLUSIONE
Se avete già giocato a Bully su Playstation 2 o su XBOX360, non è il caso di ripetere l’esperienza su PC: l’opera di porting (al di là di qualche feature secondaria inedita e l’introduzione dell’alta definizione) non è certo stata esemplare visto che sono anche rimasti i lunghi caricamenti ed i cali del frame rate. Se però vi siete persi Bully alla sua prima uscita, sappiate che il titolo di Rockstar Games eredita la struttura portante di Grand Theft Auto e la adatta alle realtà adolescenziale di un collegio con tutti gli annessi e connessi sempre rimarcati da una grande dose di humour di assoluta eleganza e da uno stile molto più apprezzabile dello stesso GTA. Il risultato conclusivo è quindi assolutamente da premiare a patto che abbiate un certo feeling con le esperienze interattive “free roaming” di cui Bully è indubbiamente una delle migliori materializzazioni di sempre.

GLAMOUR 10
TECNICA 6.0
GAMEPLAY 9.0
LONGEVITA 9.0
TOTALE 8.5

Bully PC
Bully PCBully PCBully PCBully PCBully PCBully PCBully PCBully PC

Commenti dei lettori

(Inserisci un commento - Nascondi commenti anonimi)
  • maurizio the best

    17 Oct 2009 - 16:04 - #1
    0 punti
    Up Down

    io ho provato a giocare a bully sul pc di mio padre : 1 gb di ram, processore intel pentium dual core da 2,13 (totale 4,26) scheda video 256 mb, ma nn mi parte ce dopo la lunga istallazione lo avvio e mi esce scritto:
    impossibile avviare .. Bully necessita di un supporto vertex e pixel shader modello 3…
    poi l’ho provato sul mio : scheda video nVidia ge force da 512 compatibile con directx 10, processore dual core da 2,8 (un 5600) ram 2 giga… si avvia ma si vede a scatti sembra una moviola… ora nn so se sia vista (Home Basic la mia versione) o la scheda video??? fatemi sapere … il mio email è: devilmaurizio@live.it

Le categorie della guida