Questo sito contribuisce alla audience di

Overclocked: una storia di delirio e violenza

New York, novembre 2007. Una terribile tempesta imperversa sulla città. Una ragazza seminuda semina il panico tra i passanti sparando all’impazzata. Altri quattro giovani vengono trovati in[...]

New York, novembre 2007. Una terribile tempesta imperversa sulla città. Una ragazza seminuda semina il panico tra i passanti sparando all’impazzata. Altri quattro giovani vengono trovati in diversi punti della città, disorientati, angosciati e in preda all’amnesia… Queste sono le premesse di Overclocked Una Storia di violenza, la nuova avventura per pc che sarà presto distribuita da Blue Label Entertainment.

David Mc Namara, ex psicologo dell’esercito americano, è assegnato all’ospedale di Staten Island in veste di psichiatra forense. Il suo compito: trovare una cura. Seduta dopo seduta, con acume e meticolosità, David comincia ad investigare i ricordi dei cinque ragazzi, ricostruendo nelle sue sedute, passo dopo passo e a ritroso nel tempo, gli ultimi giorni trascorsi da ciascun paziente. Il mistero si infittisce sempre più man mano che i ricordi tornano a galla, riportando alla luce segreti sempre più inquietanti. Ma David non demorde e scopre alcuni fatti sconcertanti che non coinvolgono solo i suoi pazienti…

Nei panni dello psichiatra, il giocatore ha l’obiettivo di esplorare la memoria di cinque personaggi: senza neanche accorgersene si ritrova invischiato in un vero thriller psicologico. Oltre ad assumere il ruolo di Mc Namara nel presente, i giocatori possono controllare i cinque pazienti nei flashback con cui rivivono le loro esperienze: ogni flashback causato dallo psichiatra attraverso l’ipnosi, infatti, porta il giocatore a viverlo in prima persona, mettendolo alla guida del paziente esaminato per farlo progredire nei ricordi. In questo modo è possibile capire se e come le storie dei cinque ragazzi sono collegate, ma soprattutto quale sia la causa del loro trauma, presumibilmente legato a un episodio di violenza.

Overclocked: una storia di delirio e violenza

La primissima sfida del giocatore nei panni dello psichiatra è stabilire un contatto con i cinque pazienti, guadagnandosi la loro fiducia per poter abbattere i muri della loro follia. Compito reso ulteriormente difficile dal comportamento dei cinque giovani: tra loro c’è chi si limita a balbettare o a piangere, chi si rinchiude nel mutismo e chi aggredisce chiunque gli si presenti davanti. L’indagine di Mac Namara è duplice: non solo nella mente dei ragazzi, ma anche nella realtà al di fuori dell’ospedale, alla ricerca di indizi che conducano alla verità.

Usando una struttura narrativa innovativa, Overclocked traccia le numerose aree in cui si incontrano ricordi e illusioni, sogni e realtà, colpevoli e vittime. Dal punto di vista tecnico, Overclocked è stato sviluppato con lo stesso motore di The Moment of Silence ad un livello successivo; presenta infatti un sistema di animazione dei personaggi molto innovativo, che rende più fluidi i movimenti e migliora le espressioni del viso, che cambiano in modo verosimile. Aggiunge movimenti in tempo reale, cinematiche con dialoghi e molta interazione: il risultato è una serie di immagini forti e una storia coinvolgente. L’atmosfera, volutamente cupa, è resa più realistica dal taglio cinematografico, dalla realizzazione di effetti sonori e atmosferici, come la pioggia e il vento, e da una colonna sonora semplice ma coinvolgente che contribuisce in maniera decisiva a creare la giusta suspense.

Overclocked è un’avventura che tratta un argomento antico quanto attuale, la violenza, in cui gli elementi di uno spaventoso romanzo thriller si combinano a una sapiente alternanza di realtà e allucinazione: uno psicho-thriller politico con uno stile survival-horror che farà rabbrividire e darà da lavorare alla mente dei giocatori!

Overclocked: una storia di delirio e violenzaOverclocked: una storia di delirio e violenzaOverclocked: una storia di delirio e violenza

Le categorie della guida