Questo sito contribuisce alla audience di

AIOMI ad Art of Games

AIOMI, l’Associazione Italiana Opere Multimediali Interattive - Movimento per la Cultura del Videogioco (www.aiomi.it), ha preso parte all’inaugurazione della mostra internazionale The Art of Games -[...]

AIOMI ad Art of GamesAIOMI, l’Associazione Italiana Opere Multimediali Interattive - Movimento per la Cultura del Videogioco (www.aiomi.it), ha preso parte all’inaugurazione della mostra internazionale The Art of Games - Nuove Frontiere tra Gioco e Bellezza (www.theartofgames.eu), avvenuta lo scorso venerdì 22 maggio nella meravigliosa cornice del Centro St- Bénin di Aosta, chiesa in stile barocco recentemente rinata come sede espositiva e che ospiterà le opere di game art per i prossimi cinque mesi.

La mostra, organizzata da Fabbrica Arte con la Regione Autonoma Valle d’Aosta e che ha ottenuto l’Alto Patrocinio della Presidenza della Repubblica, è il primo evento italiano di portata mondiale esclusivamente dedicato alla game art, con oltre 70 opere proposte al pubblico. Mattias Högvall, Direttore Artistico della mostra, ha raccolto insieme artisti del calibro di Alessandro Taini (Heavenly Sword), Stephan Martiniere (Myst, Uru), Kekai Kotaki (Guild Wars), John Wallin Liberto (Gears of War), Paul Sullivan (Tomb Raider, Afro Samurai), Thierry Doizon (Assassin’s Creed, Prince of Persia), Jason Felix (Hellgate London), Jim Murray (World of Warcraft), Craig Mullins (Halo), Daniel Dociu (Guild Wars), Andrzej Tutaj (Assassin’s Creed, Splinter Cell: Chaos Theory) e Jason Chan.

La manifestazione, che permette di apprezzare l’intero arco di sviluppo del medium videoludico, partendo dallo schizzo di un concept, fino alla realizzazione dettagliata di sfondi e modelli, proseguirà fino all’8 novembre 2009 con un ricco calendario di eventi tra cui un convegno presso la Biennale di Venezia 2009, incontri con gli artisti e, nel mese di settembre, la presentazione di AIOMI e dell’Italian Videogame Developers Conference 2009 (www.ivdconf.it). “The Art of Games è la prima mostra in Italia di respiro internazionale ad aver valorizzato la game art attraverso un’attenta selezione di artisti, una sede espositiva e una cura nell’allestimento che raramente si sono visti nel nostro Paese in iniziative dedicate al medium videoludico”, ha commentato Marco Accordi Rickards, che ha poi aggiunto: “AIOMI è fiera di aver dato il suo patrocinio a questa manifestazione e, in partnership con The Art of Games, sono già in calendario molti altri importanti appuntamenti nazionali e internazionali per la promozione della Cultura del Videogioco”.

Le categorie della guida