Questo sito contribuisce alla audience di

Wet Recensione Xbox360 Playstation3

Rubi Malone è la protagonista assoluta di Wet. Rubi Malone è un’assassina mercenaria equipaggiata di un incredibile arsenale di mosse acrobatiche, delle migliori spade al mondo e di doppie[...]

Wet Recensione Xbox360 Playstation3Rubi Malone è la protagonista assoluta di Wet. Rubi Malone è un’assassina mercenaria equipaggiata di un incredibile arsenale di mosse acrobatiche, delle migliori spade al mondo e di doppie pistole ed altre arme di vario calibro e tipo. Rubi Malone deve affrontare “missioni” in tre continenti diversi dove ad aspettarla ci sono feroci criminali, pusher senza scrupoli e sadici sanguinari. Rubi Malone sarete voi non appena prenderete in mano il joypad e se sulla vostra console sta girando il disco di Wet ovviamente…

Una presentazione sui generis per Wet visto che è lo stesso videogame ad essere sui generis. Perchè se volevate sapere cosa sarebbe accaduto se Quentin Tarantino invece di film avesse realizzato videogames cosa ne sarebbe uscito fuori, la risposta è Wet. Le fonti estetiche da cui attinge la propria ispirazione il titolo dei programmatori di 2M sono veramente le stesse a cominciare dalla soundtrack acido-rockeggiante, dai colori sgargianti, dagli spot anni ‘70 di intervallo che fanno tanto Grindhouse, ai rallenty, alla stessa protagonista che ha un appeal molto simile a quello di Uma Thurman in Kill Bill.

Dal punto di vista del glamour e del fascino, difficilmente troverete un videogame più affascinante di questo ovviamente per chi ama tale “universo immaginifico”.

Wet Recensione Xbox360 Playstation3

Passando all’aspetto più strettamente ludico, Wet si dimostra un action game in terza persona piacevole se pur non particolarmente troppo originale e a volte con un level design eccessivamente reiterato. Per fortuna ci pensano alcune variazioni sul tema come i livelli in cel-shading ultraviolenti o gli inseguimenti e le sparatorie sui mezzi a dare un pò di varietà ad un titolo piacevolissimo anche nella sua componente interattiva ma lontano dai masterpiece del genere (che per il sottoscritto rimane la serie di Ninja Gaiden).

Wet Recensione Xbox360 Playstation3

La realizzazione tecnica del gioco è l’aspetto meno convincente di Wet: sia chiaro, niente che infici la giocabilità ed alcuni squarci degli ambienti di gioco sono molto suggestivi senza dimenticare l’implementazione dell’Havok per la fisica. Il tutto però viene penalizzato da delle texture ben lontane dalle grandi produzioni attuali sulle console next gen che rendono la grafica del gioco sia per i background che per la realizzazione dei personaggi stessi giudicabili non oltre una piena sufficienza.

Della glamourosa colonna sonora abbiamo già parlato. Sulla componente audio bisogna solo aggiungere che il livello della localizzazione è nel complesso discreto: quello di Rubi Malone risulta un filo migliore dei comprimari delle sue strabordanti e sanguinolente avventure…

Wet Recensione Xbox360 Playstation3

IN CONCLUSIONE
Volevate sapere se Quentin Tarantino invece di film avesse realizzato videogames cosa ne sarebbe uscito fuori? Beh, Wet va molto vicino a quanto il regista di Kill Bill avrebbe profuso in un titolo videoludico: la produzione di Bethesda infatti va a prendere le stesse fonti dell’estetica del genio registico all’interno di un action game non particolarmente originale ma assolutamente apprezzabile e soprattutto spettacolare ai massimi livelli. Un gioco non per tutti ma per chi ama un certo “universo immaginifico” si potrebbe rivelare un vero e proprio cult, anzi, stra-cult!

GLAMOUR 10
TECNICA 7.0
GAMEPLAY 8.0
LONGEVITA 7.5
TOTALE 8.1

Wet Recensione Xbox360 Playstation3Wet Recensione Xbox360 Playstation3Wet Recensione Xbox360 Playstation3Wet Recensione Xbox360 Playstation3Wet Recensione Xbox360 Playstation3Wet Recensione Xbox360 Playstation3Wet Recensione Xbox360 Playstation3Wet Recensione Xbox360 Playstation3Wet Recensione Xbox360 Playstation3

Le categorie della guida