Questo sito contribuisce alla audience di

Yakuza 3 Playstation 3 Recensione

In origine fu Shen Mue, titolo sviluppato da Sega per il caro vecchio Dreamcast nel 1999. Quel titolo fu amatissimo dal pubblico, nonostante la (o forse proprio grazie alla) sua natura particolare che lo[...]

Yakuza 3 Playstation 3 RecensioneIn origine fu Shen Mue, titolo sviluppato da Sega per il caro vecchio Dreamcast nel 1999. Quel titolo fu amatissimo dal pubblico, nonostante la (o forse proprio grazie alla) sua natura particolare che lo rendeva più simile ad un passatempo che ad un videogioco vero e proprio.

Grazie al successo ottenuto, Sega sviluppò un seguito; la saga di Yakuza prende spunto proprio dal gameplay e dall’impostazione di Shen Mue per raccontare però una nuova storia con nuovi protagonisti…

La vicenda si focalizza sulle sorti di Kazuma e dell’orfanotrofio di cui il giovane si prende cura: partendo da un quadretto idilliaco e armonioso, la trama si svilupperà con toni melodrammatici in perfetto stile giapponese (pieni di commozione ma anche di tono eroico, stile Uomo Tigre o Rocky Joe, per intenderci) a causa delle mire “espansionistiche” di alcuni clan mafiosi, che vorranno impossessarsi di aree che includono purtroppo anche il terreno dello stesso orfanotrofio…

Yakuza 3 Playstation 3 Recensione

Il gameplay, come nel caso di Shen Mue appunto, è un mix tra combattimento, esplorazione freeroaming (alla GTA, per capirsi) e gioco di ruolo. La fase che riguarda il combattimento è la più corposa e sicuramente la più sviluppata ed è basata su di un sistema di combo molto ben collaudato. Poi, a parte le missioni che vi faranno progredire nella trama, ce ne sono molte altre che oseremmo definire tipo passatempo: golf, freccette, pesca, karaoke bische e davvero molto altro. Per chi ha voglia di intrattenersi in queste attività, il gioco rischia di diventare davvero (quasi) infinito, portando il counting sulle decine (e decine, e decine) di ore di gioco.

Tra una missione e l’altra verrete “interrotti” (ma sono interruzioni piacevoli) da lunghissimi filmati, realizzati con la grafica del gioco migliorata soprattutto a livello di texture. Tali filmati sono talmente tanti e talmente tanto lunghi che spesso starete a guardarli per delle mezz’ore intere. Ma sono il cuore pulsante di Yakuza, perché è proprio attraverso di essi che la trama viene superbamente raccontata. Peccato che non è presente il doppiaggio italiano; ci si deve accontentare quindi dei sottotitoli in inglese.

Yakuza 3 Playstation 3 Recensione

A livello tecnico il gioco è ben sviluppato, con personaggi realizzati egregiamente e ambienti ben dettagliati e caratterizzati. Il character design la fa veramente da padrone, tutto è realizzato davvero con un occhio estetico che farà la gioia di chi è cresciuto a pane e cartoni animati giapponesi. Il sonoro non è da meno, con musiche eccezionali che ben sottolineano le varie scene, soprattutto quelle commoventi.

Yakuza 3 Playstation 3 Recensione

IN CONCLUSIONE
Come nel caso di Shen Mue, da cui questo Yakuza 3 prende le basi, più che di videogioco si può parlare di esperienza videoludica dalle tempistiche di fruizione molto dilatate. Per chi ama farsi trasportare dalla trama (soprattutto dai connotati nipponici, stile Uomo Tigre) davvero non c’è di meglio al momento e soprattutto vi ritroverete tra le mani un “gioco” che vi terrà incollati allo schermo per decine e decine di ore. Peccato solo che non esiste il doppiaggio in italiano e ci si debba accontentare dei sottotitoli in inglese…

GLAMOUR 8.5
TECNICA 8
GAMEPLAY 8
LONGEVITA 10
TOTALE 8.6

Nicola “Call of Juarez” Coccia

Yakuza 3 Playstation 3 RecensioneYakuza 3 Playstation 3 RecensioneYakuza 3 Playstation 3 RecensioneYakuza 3 Playstation 3 RecensioneYakuza 3 Playstation 3 RecensioneYakuza 3 Playstation 3 RecensioneYakuza 3 Playstation 3 RecensioneYakuza 3 Playstation 3 RecensioneYakuza 3 Playstation 3 Recensione

Le categorie della guida