Questo sito contribuisce alla audience di

Dark Fall Lost Souls PC Recensione

Un ex ispettore di polizia, solo e infreddolito, un tempo stimato ufficiale, ora senza lavoro, senza amici e con la reputazione rovinata, si ritrova improvvisamente nella vecchia stazione ferroviaria[...]

Darkfall Lost Souls PC RecensioneUn ex ispettore di polizia, solo e infreddolito, un tempo stimato ufficiale, ora senza lavoro, senza amici e con la reputazione rovinata, si ritrova improvvisamente nella vecchia stazione ferroviaria abbandonata di Dowerton, un pittoresco villaggio della campagna inglese ora in totale degrado.

E’ questo l’incipit narrativo di Dark Fall Lost Souls, terzo e probabilmente ultimo capitolo di una serie, rimasta ferma per cinque anni e che oggi arriva alla conclusione con il team di sviluppo di Darkling Room, autori fra gli altri, di The Lost Crown.

Come scritto inizialmente in DFLS vestiremo i panni di un ex ispettore di polizia ossessionato dal caso “Amy Haven”, una ragazzina scomparsa misteriosamente cinque anni prima, e deciso a risolverlo ad ogni costo. Torneremo così nella stazione ferroviaria abbandonata del primo episodio e nell’annesso hotel fatiscente, che un tempo era un rifugio per viaggiatori stanchi o amanti clandestini e che ora è diventato un luogo da incubo con graffiti deliranti, inquietanti manichini, senza luce e senza vita, ma non per questo disabitato: al suo interno dovremo affrontare numerose presenze soprannaturali, fra cui i “Dimenticati”, spiriti e fantasmi che non possono accedere alla vita ultraterrena.

Dark Fall Lost Souls PC Recensione

L’atmosfera di gioco è resa ancor più angosciante da altri personaggi, come il misterioso Echo, che ci guiderà attraverso l’indagine tramite ambigui sms, e un vagabondo soprannominato Mr. Bones proprio per la sua terrificante abitudine di collezionare carcasse di animali investiti, che ha condiviso con Amy la passione per l’aldilà. E poi c’è il fantasma di Amy, scomparsa nel giorno del suo undicesimo compleanno dopo essere stata espulsa da scuola per il suo macabro interesse nei confronti della morte….

Dark Fall Lost Souls PC Recensione

Avremo infine a disposizione due importanti oggetti che ci aiuteranno durante il gioco: il cellulare, con cui potremo ricevere sms dal già citato Echo e fare luce nei posti molto bui, e le forbici, indispensabili per aprire porte e lucchetti ma anche come arma di difesa.

Riguardo infine l’aspetto audiovisivo, è chiaro fin da subito che Dark Fall Lost Souls sia un prodotto “low budget” ma non per questo significa che non sarà un bel vedere la nostra avventura (ci vorranno all’incirca 10 ore per concluderla) visto che sia le scelte cromatiche, sia le scelte estetiche sono assolutamente molto gradevoli..Da promuovere anche la colonna sonora molto d’impatto e d’atmosfera così come la recitazione dei dialoghi doppiati ottimamente in italiano.

Dark Fall Lost Souls PC Recensione

IN CONCLUSIONE
Dark Fall Lost Souls è il più tipico dei prodotti “per appassionati”. La nuova creatura di Jonathan Boakes infatti è ricca di fascino e mistero, di scelte estetiche molto gradevoli, di alcune features originali nel gameplay oltre a spaventare, cosa che un prodotto horror deve fare per essere convincente. Quindi gli appassionati del punta e clicca non aspettino oltre mentre gli altri prendano in considerazione il titolo distribuito in Italia da BLE ad un prezzo ridotto (sotto i 30 euro) se pensano che il grande glamour del titolo possa fargli chiudere un occhio su di una realizzazione tecnica “low budget” ma comunque eccellente con tanto di ottimo doppiaggio in italiano.

GLAMOUR 9.1
TECNICA 8.0
GAMEPLAY 9.0
LONGEVITA 9.0
TOTALE 8.8

Dark Fall Lost Souls PC RecensioneDark Fall Lost Souls PC RecensioneDark Fall Lost Souls PC RecensioneDark Fall Lost Souls PC RecensioneDark Fall Lost Souls PC RecensioneDark Fall Lost Souls PC RecensioneDark Fall Lost Souls PC RecensioneDark Fall Lost Souls PC RecensioneDark Fall Lost Souls PC Recensione

Le categorie della guida