Questo sito contribuisce alla audience di

PokéPark WII La Grande Avventura di Pikachu Recensione

Una cosa va detta, senza timore di smentita: poche altre Software House hanno la capacità di creare veri e propri fenomeni come quello dei Pokemon. E la cosa incredibile è che l’interesse del[...]

PokéPark WII La Grande Avventura di Pikachu RecensioneUna cosa va detta, senza timore di smentita: poche altre Software House hanno la capacità di creare veri e propri fenomeni come quello dei Pokemon. E la cosa incredibile è che l’interesse del pubblico per la saga con protagonisti i colorati mostriciattoli non accenna a diminuire col passare degli anni: ogni nuovo capitolo registra infatti vendite altissime ed anche i recensori rimangono ogni volta più o meno piacevolmente colpiti dalle varie uscite. Non mancano per fortuna delle piacevoli variazioni sul tema come questo PokèPark per Wii…

Nei panni di Pikachu (poteva essere altrimenti?) dovrete difendere un nuovo mondo, il PokèPark appunto, raccogliendo i frammenti del prezioso Prisma celeste. Il gioco si presenta come un action in terza persona: sin da subito verrete catapultati nel mondo indito ed inizierete la vostra nuova avventura.

La prima cosa che scoprirete sarà lo “strano” utilizzo del Wiimote, da mettere in posizione orizzontale, quasi fosse il classic controller. Muoverete il personaggio utilizzando la croce direzionale (un po’ scomoda e legnosa, per la verità), mentre ai tasti 1 e 2 sono assegnati rispettivamente lo sprint e il salto. Spostandovi per l’area di gioco la telecamera si muoverà dinamicamente lasciando la posizione di default (alle spalle del personaggio): per poterla ricentrare dovrete premere il tasto B, che serve tra l’altro a puntare i Pokemon che sono a portata di tiro. Va detto che questa è forse la scelta più infelice, visto che il suddetto tasto è quello che si trova sotto al controller e premerlo, soprattutto durante determinate sfide, crea non poche difficoltà. Infine, con il tasto A potrete utilizzare il potere (il fulmine, nel caso di Pikachu).

PokéPark WII La Grande Avventura di Pikachu Recensione

Spostarsi per il Pokepark è davvero piacevole, tanto è ben realizzato: la palette di colori è vivacissima, personaggi ed ambienti sono realizzati con assoluta cura e mostrano un solidità piuttosto convincente. L’orizzonte è piuttosto lontano e il tutto si muove a 30 frame costanti, senza dare segni di cedimento; a questo si aggiunga un comparto audio ben studiato, con musiche di accompagnamento che svolgono egregiamente il loro compito.

Esplorando il PokèPark, incontrerete via via i vari Pokemon da sfidare, per poterli far diventare vostri amici (e quindi portare avanti l’arte del collezionismo più estremo che distingue tutti i titoli dei Pokemon): i compiti, tipo giocare a chiapparello (ossia rincorrere il Pokemon e caricarlo con lo sprint entro il limite di tempo) non sono di per sé mai particolarmente impegnativi, ma risentono della scomoda implementazione dei comandi di cui si parlava prima.

PokéPark WII La Grande Avventura di Pikachu Recensione

L’altra fase fondamentale del gioco è quella costituita da tantissimi minigame, da affrontare poi di volta in volta scegliendo tra i diversi Pokemon che sono vostri amici. In questi casi si farà largo uso dei sensori di movimento del Wiimote, come nel caso della gara di corsa, in cui dovrete muovere il telecomando in su e in giù il più rapidamente possibile. Vincendo otterrete delle gemme che vanno spese per varie cose, tra cui la partecipazione alle gare. Va detto che comunque esiste che esiste una trama, piuttosto interessante, che lega i vari minigiochi in modo da rendere più appetibile il procedere per l’avventura.

Pur non trattandosi di un titolo particolarmente elaborato o originale, PokèPark finirà per farvi lo stesso effetto degli altri titoli con protagonisti i simpatici mostriciattoli: ossia la dipendenza, perché una volta partiti scoprirete che non potrete fare a meno di andare avanti e di collezionarli tutti!

PokéPark WII La Grande Avventura di Pikachu Recensione

IN CONCLUSIONE
PokèPark Wii è una simpatica variazione sul tema: in questo caso potrete utilizzare i vostri Pokemon per completare i tanti minigiochi presenti e battere nuovi record, oltre a portare avanti la trama del gioco. Il titolo è, sotto il profilo tecnico-sonoro, discretamente curato, ma soffre purtroppo di una cattiva implementazione della mappatura dei comandi (difetto che si riesce comunque a superare con un po’ di pazienza e di pratica). Una vola iniziato scoprirete che vi farà l’effetto di (quasi) ogni altro gioco dei Pokemon: ossia non lo lascerete fino a che non li avrete collezionati tutti!

GLAMOUR 8.5
TECNICA 8
GAMEPLAY 7.5
LONGEVITA 9
TOTALE 8.2

Nicola “Demon’s Souls” Coccia

PokéPark WII La Grande Avventura di Pikachu RecensionePokéPark WII La Grande Avventura di Pikachu RecensionePokéPark WII La Grande Avventura di Pikachu RecensionePokéPark WII La Grande Avventura di Pikachu RecensionePokéPark WII La Grande Avventura di Pikachu RecensionePokéPark WII La Grande Avventura di Pikachu RecensionePokéPark WII La Grande Avventura di Pikachu Recensione

Le categorie della guida