Questo sito contribuisce alla audience di

Mirrors Edge iPhone Recensione

Dopo il buon successo di critica e di pubblico sui formati “next gen”, Mirror’s Edge di Electronic Arts si miniaturizza per i nostri iPhone. Cosa non è cambiato? Sicuramente il[...]

Mirrors Edge iPhone Recensione
Dopo il buon successo di critica e di pubblico sui formati “next gen”, Mirror’s Edge di Electronic Arts si miniaturizza per i nostri iPhone.

Cosa non è cambiato? Sicuramente il contesto dell’esperienza: in una città dove le informazioni sono constantemente controllate da un regime dittatoriale spietato, agili corrieri chiamati “Runners” trasportano importanti informazioni lontano da occhi indiscreti saltando da un palazzo all’altro con tutti i rischi del caso (ovvero farsi arrestare, farsi sparare o rompersi l’osso del collo e non solo…). In questo contesto, la nostra bellissima Faith è il nostro alter ego virtuale pronta ad azione stile parkhour estremo…

Cosa è cambiato invece in questa versione portatile? Decisamente la componente ludica: su iPhone infatti Mirror’s Edge perde una dimensione e si trasforma in una sorta di “rhythm platform” in cui Faith corre praticamente costantemente e starà a noi agire nel modo consono sul touch screen per saltare da tetti, ringhiere, muri, cornicioni superando con evoluzioni mozzafiato percorsi pieni di ostacoli.

Mirrors Edge iPhone Recensione

Il risultato? Un prodotto discreto e piacevole, indubbiamente anche “sui generis” ed eccellente per giocate mordi e fuggi. Manca però quel quid in più che possa fare la differenza al di là di alcune sfide “high-shore” i cui record potranno essere pubblicati in automatico su Facebook ma questo con il gameplay in senso stretto non centra molto: tale aspetto comunque regala invece un bonus di longevità al titolo di EA.

Mirrors Edge iPhone Recensione

Per quanto riguarda infine l’aspetto tecnico, il titolo mantiene la stessa estetica dell’originale ed anche la qualità visiva di personaggi, costruzioni e mezzi si mantiene su livelli molto. Il tutto però si paga con un frame rate piuttosto ballerino che in alcuni frangenti cala drasticamente e che influisce (per fortuna sporadicamente anche nell’esperienza di gioco stessa).

Mirrors Edge iPhone Recensione

IN CONCLUSIONE
Mirror’s Edge su iPhone mantiene la stessa estetica ed il background della versione originaria ma vira verso altre direzioni ludiche (e perdendo una dimensione) trasformandosi in una sorta di “rhythm platform” in due dimensioni. Il risultato? Un prodotto discreto e piacevole, indubbiamente anche “sui generis” ed eccellente per giocate mordi e fuggi. Manca però quel quid in più che possa fare la differenza e farlo consigliare a tutti. Se invece avete un’alta empatia con questo tipo di interazioni ludiche, allora ne rimarrete comunque soddisfatti.

GLAMOUR 7.9
TECNICA 7.0
GAMEPLAY 7.0
LONGEVITA 7.0
TOTALE 7.2

Mirrors Edge iPhone RecensioneMirrors Edge iPhone RecensioneMirrors Edge iPhone Recensione

Le categorie della guida