Questo sito contribuisce alla audience di

Emile Cioran : un apolide metafisico

Adelphi edita “L’apolide metafisico”, raccolta completa delle conversazioni dello scrittore rumeno Cioran

Lo scrittore Rumeno , ma naturalizzato francese,Emile Cioran meriterebbe una diffusione ben più ampia di quella di cui al momento gode.

La sua scrittura frammentaria, aforismatica, pare il punto di approdo estremo di tutta la filosofia della decadenza che ha avuto in Spengler e Nietzsche i suoi massimi esponenti…Non fosse altro che la definizione di “nichilismo” se riferito alla fede nella catastrofe che permea tutta l’opera di Cioran sarebbe assolutamente fuorviante come qualunque altra definizione su un personaggio così non etichettabile e ideologicamente e stilisticamente.

Adelphi, dopo numerose precedenti incursioni nel catalogo di opere di Cioran ha il merito di editare la raccolta completa delle (non numerose) interviste concesse dallo scrittore: il non-progetto esistenziale che egli proponeva ai suoi lettori affiora chiaramente nelle sue parole, brillanti e taglienti al contempo.

Cioran si definisce “apolide metafisico” innanzitutto perché il suo scrivere in una lingua non sua lo poneva in una sorta di terra di nessuno, ma anche perché era uomo senza terra,fede e dogmi.

Terribilmente curioso,ma anche disilluso sul genere umano ci regala frasi degne del Carmelo Bene più in forma : “L’unico motivo per cui non mi sono ancora ammazzato è il suicidio” e giù sberleffi a non finire sui tic dell’uomo e su tanti intellettuali organici!

Cioran è stato uno dei più grandi narratori del ‘900…Poche storie…Andatevi a comprare questo bel libro degno incipit per una scoperta in profondità di questo autore.

Le categorie della guida

Link correlati